Trump contro la stampa. Cacciata la Cnn dal breafing alla casa bianca

Trump contro la stampa accusata di essere faziosa e bugiarda contro di lui. Lo aveva sostenuto durante la campagna elettorale e continua a ripeterlo in ogni occasione. Ma mai si era arrivati ad un tale livello. Alla conferenza stampa di ieri ai giornalisti della Cnn è stato impedito l’accesso. Con loro sono stati esclusi anche quelli del New York Times, Los Angeles Times, Politico.com, Buzzfeed ed alcuni membri della stampa estera, tutti sgraditi al Presidente. La cosa desta scalpore nel paese del primo emendamento, Primo emendamento che ieri Trump ha giurato di amare e di rispettare in alcune dichiarazioni dal sapore Orwelliano. The Associated Press e Time hanno deciso di non partecipare alla conferenza stampa, anche se ammessi, in segno di solidarietà coi colleghi esclusi. Un certo imbarazzo da parte del portavoce Spicer che ha dichiarato che in realtà l’incontro con la stampa non era una vera e propria conferenza stampa ma solamente un “gaggie”, vale a dire un incontro avente lo scopo di fare una chiacchierata con i giornalisti di alcune testate. Strano che sia stato deciso di fare questo gaggie proprio nel giorno in cui tradizionalmente c’è l’incontro con i giornalisti.

 

trump contro la stampaProbabilmente a scatenare la reazione di trump contro la stampa di ieri ha contribuito la diffusione della notizia da parte dei media, Cnn compresa, che parte dei collaboratori di Trump hanno dei legami con i Servizi Segreti russi, definita la “Putin-connection”. Anche se poi gli stessi russi pochi giorni fa hanno stigmatizzato le parole del Presidente che auspicava un riarmo nucleare statunitense in quanto gli Usa, a suo dire, hanno il dovere di essere la prima potenza militare. Ed è comunque di pochi giorni fa la notizia delle dichiarazioni del Presidente Trump riguardanti un fantomatico attentato compiuto da stranieri in Svezia, attentato mai avvenuto. Ma ieri lo stesso Presidente è tornato sull’argomento dicendo che non aveva detto una cosa falsa, che il tempo gli darà ragione. Dando quasi l’impressione di auspicarlo un attentato in Svezia.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@MassimoSilla_

Vuoi commentare l'articolo?

Massimo Silla

Appassionato di lettura, scrittura, pittura, insomma di qualunque cosa non richieda uno sforzo fisico. Nostalgico e cialtrone ha intrapreso innumerevoli carriere,tra le quali il Babbo Natale, senza mai eccellere in nessuna