Treno invisibile: l’ultima trovata giapponese

La compagnia ferroviaria Seibu Holdings per celebrare il centenario dall’inizio della loro attività ha ideato un treno invisibile, la cui realizzazione è prevista per il 2018. Per la copertura infatti si è pensato di utilizzare materiale riflettente capace di mimetizzarsi con il paesaggio circostante e che peraltro è possibile applicare a treni già esistenti.

La progettazione è stata affidata all’architetto giapponese Kazuyo Sejima, recente vincitore del premio nobel per la tecnologia, il quale ha dichiarato “questi treni viaggiano in una varierà di scenari ambientali particolarmente vari, dalle montagne di Chichibu al centro di Tokyo, per questo ho pensato che sarebbe straordinario se il treno potesse coesistere con questa varietà di paesaggi”. Certo, sarebbe una gran bella trovata questa dal punto di vista paesaggistico, tuttavia sussistono dei rischi e per la fauna e per le persone che popolano le zone che il treno invisibile dovrebbe attraversare. Si è pensato quindi ad una struttura sopraelevata sopra cui far correre il treno, ma bisognerà attendere ancora un po’ per trovare una soluzione definitiva.

L’invisibilità sembra essere comunque il must del nostro secolo per quanto riguarda i trasporti, per cui ad esempio qualche anno fa già la Rover ha dato alla luce ad un prototipo di fuori strada con il cofano “trasparente”: grazie ad un sistema di videocamere che riprende il fondo stradale e lo proietta sul parabrezza si crea infatti l’illusione di un vano motore in cristallo, permettendo al conducente di vedere il terreno al di sotto dell’auto. Non poteva mancare all’appello la Samsung, che ha realizzato degli enormi schermi da applicare alla parte posteriore di alcuni autotreni sui quali viene proiettata l’immagine ripresa da una videocamera frontale. Molto utile ovviamente per la sicurezza del conducente dell’auto che si trova dietro il Tir, che potrà essere costantemente aggiornato su quanto accade al traffico precedente, in modo da poter frenare o sorpassare in tempo utile.

Vai alla home page di Linea diretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore

 

Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta