Trascinata dall’auto dell’ex fidanzato , Alessandra muore a 24 anni

 

Trascinata dall’auto dell’ex fidanzato muore a 24 anni: è accaduto ad Alessandra Madonna, una bella ragazza napoletana di Melito, morta ieri all’ospedale San Giuliano di Giugliano a seguito delle ferite riportate dopo essersi aggrappata allo sportello dell’ auto dell’ex ragazzo, Giuseppe Varriale, anche lui 24enne al termine di un chiarimento finito male .

Il giovane aveva interrotto bruscamente la relazione con Alessandra  e la ragazza aveva chiesto un chiarimento per  comprendere le ragioni di tale gesto.I due si sono incontrati per strada in via Cesare Pavese, a Mugnano  il chiarimento sarebbe sfociato in un’accesa lite al culmine della quale Varriale sarebbe salito in macchina allontanandosi ma la giovane Alessandra (secondo una dinamica ancora da chiarire) sarebbe rimasta aggrappata allo sportello dell’ auto del fidanzato il quale l’avrebbe trascinata per un diversi metri. Non è stato ancora accertato se la ragazza sia rimasta impigliata nello sportello o se si sia volontariamente aggrappata all’ auto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Mugnano che hanno arrestato Varriale, che è incensurato ed ora si trova agli arresti domiciliari.

Il ventiquatrenne pare sostenga  la tesi dell’ incidente avendo dichiarato di non essersi accorto di nulla, inoltre è stato lui stesso a condurre la ragazza in ospedale  già in condizioni gravissime, dove è arrivata in fin di vita con molti traumi e fratture che nonostante l’ intervento dei medici hanno reso impossibile salvarle la vita.

L’accusa per l’ ex fidanzato è passata quindi da lesioni gravissime ad omicidio volontario.

La notizia della morte di Alessandra ha colpito immensamente tutti coloro che la conoscevano e sopratutto la madre che per il dolore ieri ha tentato il suicidio.

La donna si era chiusa in macchina  in una strada di Varcaturo con una bombola di gas da campo aperta ed è stata salvata da una coppia di passanti che hanno sfondato il vetro. Ora si trova in ospedale e non è in pericolo di vita.

Ora gli amici ed i familiari  dalle pagine di Facebook invocano una pena esemplare per Varriale reo di aver spento la vita di questa giovane ballerina professionista, solare e benvoluta da tutti.

Il Comune di Melito ha proclamato il lutto cittadino per la scomparsa di Alessandra Madonna, lo ha reso noto il sindaco della cittadina dell’hinterland settentrionale di Napoli, Antonio Amente dalla sua pagina FB dove in merito alla vicenda ha dichiarato: “Abbiamo pregato – scrive su Faceboook – sperato fino all’ultimo, che un miracolo potesse salvarle la vita, ma purtroppo il destino ha voluto che una nostra giovane concittadina venisse a mancare in modo tragico. Siamo stati in stretto contatto con i medici dell’ospedale San Giulia  che hanno fatto di tutto per salvarle la vita.

Per tutta la mattinata, nonostante la 24enne fosse giunta in ospedale in condizioni disperate, abbiamo desiderato che dall’altra parte del telefono ci arrivassero notizie positive ed invece poco fa ci è stato, purtroppo, comunicato il decesso. Sarà la magistratura a fare luce su quegli ultimi disperati momenti e non è mia intenzione commentare i fatti. Ciò che voglio io e la comunità che rappresento è pregare per la sua anima e stare vicino alla famiglia ed agli amici di Alessandra – conclude il primo cittadino -. In attesa di conoscere giorno ed ora dell’esequie, con profondo dolore e commozione mio e dell’intera amministrazione, comunico che in quella data si osserverà il lutto cittadino”.

 

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Franci

Sono nata a Roma e mi sono laureata con lode in scienze della comunicazione. Mi occupo di marketing ed eventi, amo le sfide e scrivere. Sogno di viaggiare in tutto il mondo e appena posso lo faccio. Ho un debole per la buona cucina e le cose belle, il cinema ed imparare sempre cose nuove.