Terremoto nel centro Italia: la situazione ad Arquata del Tronto (video e foto)

Terremoto: cartina ArquataNUOVE SCOSSE – Mentre il numero ufficiale dei morti continua a salire, arrivando stamattina a quota 247, continua senza sosta lo sciame sismico che sta investendo tutto il centro Italia. Alle ore 5:17 una nuova scossa di magnitudo 4,5 si è verificata tra Arquata del Tronto ed Accumoli a 10 km di profondità, spaventando ancor di più le persone scampate alla prima scossa.

A Pescara del Tronto, frazione di Arquata, continuano senza sosta le operazioni dei soccorritori. Il numero di vittime della frazione è arrivato a quota 57. Il paese è completamente raso al suolo e un membro della protezione civile ha dichiarato: «Qui è molto peggio dell’Aquila, non ho mai visto una distruzione come questa». Anche il presidente della Camera, Laura Boldrini, giunta a Pescara del Tronto ha dichiarato: «Qui non c’è più niente. Solo macerie. Veramente impressionante. Sembra un bombardamento» La Boldrini, originaria delle Marche e che si trovava nella sua regione, ha poi continuato: «Ora bisogna pensare a chi sta sotto. C’è grande mobilitazione e sforzo corale. Si è sentito forte a 150 km».

LE STORIE – Moltissime persone sono state estratte dalle macerieTerremoto: Arquata del Tronto in queste ore grazie al lavoro dei vigili del fuoco e della protezione civile. I soccorritori hanno estratto viva un’anziana signora, Rosa, ancora ferita e sotto choc, ma in condizioni stabili. Non ce l’ha fatta invece Marisol, la bimba di 18 mesi sorpresa dal terremoto nel sonno mentre era in vacanza con la sua famiglia a Pescara del Tronto. Era stata portata all’ospedale di Ascoli Piceno dopo il suo ritrovamento sotto le macerie. La mamma della piccola, rimasta anche lei ferita nel terremoto, era originaria dell’Aquila e, per una macabra ironia della sorte, aveva deciso di trasferirsi ad Ascoli proprio dopo essere scampata al terribile terremoto che colpì l’Aquila nel 2009. Anche Vito non ce l’ha fatta. Vito era il nonno di Leone e Samuele, i due fratellini di sei e quattro anni salvati dalla nonna Vitaliana che ha fatto scudo ai piccoli con il proprio corpo. Per fortuna Vitaliana è stata estratta viva dalle macerie. Un parente dei due fratellini ha raccontato come fossero arrivati solo domenica da Fregene, dove risiedono i loro genitori Francesca e Mauro.

LE IMMAGINI – Parlano da sole le immagini contenute in questo video, dove possiamo vedere tutta la devastazione che il sisma ha causato a Pescara del Tronto, frazione di Arquata. Case completamente distrutte, macchine schiacciate, un paese raso al suolo e non ci stupiscono i paragoni con una città sotto bombardamento.

 

LE TENDOPOLI – A Pescara del Tronto, frazione di Arquata, quasi un centinaioTerremoto: Arquata del Tronto campo di persone ha deciso di dormire nel campo costruito dalla protezione civile ma moltissimi altri hanno deciso di dormire in macchina o vicino a quello che resta delle loro case per paura dello sciacallaggio, cosa che ha spinto le forze di polizia locali a istituire una task force contro gli sciacalli. Questo aberrante fenomeno purtroppo si ripresenta puntuale ad ogni occasione utile, insensibile a qualsiasi tragedia umana, finendo per togliere ancor più risorse destinate alla ricerca dei sopravvissuti. Il responsabile del campo di Pescara del Tronto, Gianni Scamuffa si è limitato a definirla una «Una notte normale». 

 

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.