Terremoto a Reggio Emilia: forte scossa di magnitudo 3.7

Questa mattina una chiara scossa di terremoto a Reggio Emilia ha svegliato la città e tutta la sua provincia poco prima delle 7. Il sisma, registrato dall’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) alle ore 6.52 (nella stessa area già colpita duramente dal sisma del 15 ottobre di vent’anni fa) e con una magnitudo di 3.7, ha registrato l’epicentro a circa 1 chilometro da Bagnolo in Piano (Reggio Emilia), a 6 da Cadelbosco Sopra, e a 9 da Correggio, Novellara e Reggio Emilia stessa. La scossa è stata avvertita in maniera chiara e distinta anche nella vicina Parma, dove, secondo le testimonianze dei cittadini, i lampadari hanno visibilmente oscillato, così come i letti nei quali ancora riposavano.

Le popolazioni colpite dal sisma si sono comprensibilmente scatenate sui social scambiandosi informazioni, testimonianze ed impressioni, ma, fortunatamente, dopo che i vigili del fuoco, allertati peraltro dalle numerose chiamate di rito, hanno effettuato i dovuti controlli, non si sono registrati danni ad edifici o strutture murarie. Resta comunque uno stato di allarme tra i cittadini dei comuni interessati poiché nelle ultime ore erano state già registrate numerose altre scosse sebbene di intensità minore. Per questo motivo c’è notevole allarme, e molti hanno preferito, per sicurezza, lasciare le loro case, mentre altri vi si sono barricati dentro.

Ma non si è trattato dell’unico episodio sismologico delle ultime ore. Durante la notte, infatti, sono state avvertite altre scosse di terremoto, 11 per l’esattezza, che hanno riguardato anche quelle aree del Centro Italia già colpite dal sisma del 24 agosto scorso. Le più rilevanti a Macerata e Ascoli Piceno con epicentro a 5 chilometri da Arquata del Tronto e 7 da Accumuli. La più forte (3,6) con epicentro a 5 chilometri da Arquata del Tronto (Ascoli) e 7 da Accumuli (Rieti). Anche a Perugia la terra ha tremato (3,4) poco prima delle tre del mattino.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.