Tensione USA Russia, sfiorato scontro tra jet nel Baltico

TENSIONE USA RUSSIA – Dalla Siria al Mar Baltico sale la tensione tra Russia e Stati Uniti. Nel Paese mediorientale i rapporti tra Washington e Mosca si fanno sempre più difficili, intanto a migliaia di chilometri di distanza, sui cieli del Baltico, alcuni jet russi Su-27 hanno intercettato due aerei da ricognizione americani RC-135 e si è sfiorato lo scontro. Così la distensione con Vladimir Putin auspicata da Donald Trump per superare il gelo dell’era Obama tra Mosca e Washington, appare in questa fase molto lontana considerando anche l’escalation di tensione in Siria.

SCAMBIO DI ACCUSEIl ministero della Difesa russo ha fatto sapere che uno dei due velivoli americani ha cercato di avvicinarsi ai caccia compiendo una “virata provocatoria”. Diversa la versione degli americani, secondo i quali i jet russi sono arrivati a meno di due metri dagli aerei da ricognizione e sono rimasti ai loro fianchi per diversi minuti. La portavoce del comando europeo americano Meghan Henderson ha sottolineato che si è trattato di un avvicinamento “non sicuro” per l’elevata velocità per lo scarso controllo degli aerei da parte dei piloti russi.

LA MINACCIA – Solo ieri era arrivata la dichiarazione forte dei russi sulla Siria: il Cremlino aveva annunciato che gli aerei militari americani sarebbero stati considerati degli obbiettivi. Una mossa arrivata in risposta all’abbattimento di un jet del regime siriano da parte di un F18 americano nel settore di Tabqa, e nel giorno in cui un caccia F15 statunitense ha abbattuto un drone delle forze pro-Assad che sorvolava i cieli sopra il confine con la Giordania. Una tensione che preoccupa anche il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres: “Sono molto preoccupato – ha detto – perché episodi simili rappresentano un grande pericolo”.

Vai alla home page di LineaDiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

@maurizio_gaddi

Vuoi commentare l'articolo?

maurizio Gaddi