Berlusconi chiama Renzi: avanti col Patto del Nazareno

Il Patto del Nazareno regge, si va avanti. Berlusconi ha chiamato Renzi – alle prese con le tensioni interne al Pd, la rabbia della piazza e la legge di stabilità – per rassicurarlo sulla tenuta dell’accordo siglato nel gennaio scorso nella sede del Partito Democratico. Quella dell’ex Cavaliere, però, non è stata una telefonata al solo scopo di tranquillizzare il presidente del Consiglio: a Renzi, infatti, Berlusconi avrebbe chiesto garanzie sulla tenuta del governo, necessarie per calmare i suoi, sempre più preoccupati dall’eventualità di elezioni anticipate. Per calmare i parlamentari forzisti, nel corso di una riunione con i coordinatori regionali del partito, Berlusconi ha confidato di aver sentito il premier e di essersi accordato per un nuovo incontro a breve nel corso del quale poter ottenere garanzie. Ma alla parte più oltranzista del partito non è piaciuta l’apertura al MoVimento 5 stelle per le nomine della consulta, e vorrebbe approfittare delle divisioni interne al Pd per aprire una crisi di governo. Berlusconi, però, sembra di tutt’altro avviso e, anzi, ha confermato l’appoggio forzista alle riforme.

Vuoi commentare l'articolo?

Costanza Giannelli

Nasce e cresce (poco, in realtà) in Toscana. Nel 2013, dopo la laurea in Storia Contemporanea si trasferisce a Roma, dove approda alla redazione di Lineadiretta24. Lettrice onnivora e incontenibile logorroica, è appassionata di politica, diritti, storia, De Andrè e Scrubs, non necessariamente in quest’ordine. Curiosa di natura e polemica per vocazione, ama l’India e colleziona lauree, ma giura che la terza sarà l’ultima.