Talco cancerogeno per le parti intime: Johnson & Johnson condannata a un risarcimento di 55 milioni di dollari

Attenzione all’uso prolungato del talco Johnson & Johnson! La famosa multinazionale americana infatti è stata condannata a risarcire una donna, Gloria Ristesund di 62 anni, che, secondo i giudici, è riuscita a provare in tribunale di aver contratto un tumore ovarico in seguito all’uso prolungato di questo prodotto. Il maxi risarcimento stabilito dai giudici del Missouri è di 55 milioni di dollari. È inoltre noto che la Johnson & Johnson sta affrontando circa 1.200 cause legali poiché accusata di non aver avvisato i suoi consumatori degli effetti collaterali dei prodotti a base di talco.

Nel febbraio scorso ha dovuto pagare un altro risarcimento di 72 milioni di dollari alla famiglia di una donna dell’Alabama, tale Jackie Fox, che era deceduta in seguito ad un tumore alle ovaie. I parenti della signora Fox avevano citato in giudizio la nota azienda, sicuri che la malattia e la conseguente morte della loro congiunta sarebbe stata causata proprio da prodotti contenenti talco. La donna, infatti, aveva utilizzato per ben 35 anni il borotalco Baby Powder per l’igiene intima. I legali dei Fox hanno sostenuto in sede di processo che la Johnson & Johnson era a conoscenza dei rischi di cancro legati a questo prodotto, ma ha lo stesso omesso di informare i consumatori, oltretutto l’omissione, sempre secondo i legali della parte lesa, sarebbe anche emersa da alcuni memo interni dell’azienda che sono stati presentati al processo.

Nonostante i verdetti sfavorevoli, l’azienda in una nota assicura che i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) “non hanno identificato il talco come un fattore di rischio per il tumore alle ovaie”. Tuttavia sia la signora Ristesund che i suoi legali sostengono con fermezza che in seguito all’uso prolungato (per decenni) del talco Johnson & Johnson sui genitali, si è arrivati nel 2011 alla diagnosi di tumore alle ovaie, all’isterectomia e a tutta una serie di spese mediche per un totale di 174mila dollari.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.