Suicida ex titolare B&B: era sfollato per il terremoto

Suicida ex titolare B&B: era sfollato per il terremoto

L’uomo, 56 anni, si è gettato dalla finestra dell’appartamento in cui viveva: era in attesa della ricostruzione.

Massimo Dell’Orso, 56enne di Castelsantangelo sul Nera, si è ucciso gettandosi dalla finestra dell’appartamento al terzo piano di un palazzo ad Alba Adriatica (Teramo). L’uomo, sfollato per il terremoto che ha colpito il Centro Italia, viveva lì con la moglie. Il sisma aveva danneggiato non solo la loro casa, ma anche i tre bed and breakfast che l’uomo gestiva. Il 56enne aveva rinunciato alla soluzione abitativa d’emergenza e all’autonoma sistemazione. Era in attesa del via libera per la delocalizzazione dell’attività ricettiva, che si trovava in frazione Vallinfante, ma non ce l’ha fatta, Massimo, ad attendere la realizzazione delle nuove strutture, che sarebbero state costruite in località Gualdo di Castelsantangelo sul Nera; troppo angosciato per gli effetti del sisma, e per alcuni problemi fisici.

L’uomo si occupava anche del recupero di animali selvatici per conto del Parco dei Sibillini. Il suo gesto ha sconvolto la comunità di Castelsantangelo sul Nera, poco più di 200 abitanti, l’ultimo comune delle Marche prima dell’Umbria. “È l’ennesimo dramma nel dramma”, ha affermato il Sindaco Mauro Falcucci: “si sperava che i B&B potessero essere realizzati nel giro di poco tempo, ma i tempi sono molto lunghi. Siamo sotto shock – ha aggiunto – nessuno poteva aspettarsi una cosa del genere. Difficile spiegare le ragioni di un gesto del genere. Il terremoto? Ci fa soffrire tutti, lo abbiamo in testa e ognuno reagisce in un modo diverso”. Il Sindaco ha espresso profondo cordoglio e vicinanza alla moglie a nome di tutta la comunità.

Il gesto estremo di Massimo rinnova un dolore ancora vivo nell’animo degli sfollati e di tutte le persone colpite dal terremoto del 2016. Alcune macerie, quelle fatte di pietre e cemento, si possono portare via con le ruspe, altre no, quelle della sofferenza di chi ha visto la propria vita sgretolarsi insieme ai muri. La ricostruzione è più che mai urgente.

Vai alla home

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Ramona Bastiani

Io so di non sapere, diceva Socrate, ed è questo che mi spinge ad incamminarmi su sentieri inesplorati. Da sempre appassionata di classici greci e latini, mi laureo in...lettere, diranno i lettori...e invece no: giurisprudenza. Armata di pazienza e di coraggio, dritta verso l'ostacolo: il concorso in magistratura. Nel frattempo, pratica forense e tirocinio al Tribunale penale si sono presi il loro spazio. Mi piace esprimermi, in qualsiasi forma, se non esiste la invento. Parlando, ballando, facendo shopping, suonando la fisarmonica, interpretando norme di legge o scrivendo versi in rima, io devo dire la mia. Quale occasione migliore del giornalismo? Mentre mi godo le mie metamorfosi, non rinuncio alla pizza e alla zumba.