Sudafrica terza, Argentina travolta

Il Sudafrica travolge l’Argentina per 24 a 13. Gli Springboks senza difficoltà controllano la partita e salvano l’onore guadagnandosi il gradino più basso del podio.
Il primo tempo si chiude con un netto 16 a 0 per gli Springboks grazie alla meta di Pietersen e ai calci di Pollard. L’Argentina, con troppe defezioni (gli mancano 9 titolari), non riesce a creare una manovra fluida e capace di sfondare l’ottima e ordinata difesa del Sudafrica. Il secondo tempo è solo gestione del risultato da parte degli Springboks senza emozioni eccetto nel finale quando i Pumas, spinti dal tifo latino di Twickenham, disperatamente, orgogliosamente marcano la meta dell’orgoglio con Juan Pablo Orlandi.
Lo stadio applaude i biancocelesti e il Sudafrica si prende la medaglia di bronzo. Ora riflettori puntati sulla finale: Nuova Zelanda – Australia.

Twitter: @Francesco Nespoli

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Nespoli

Laureato in lettere moderne all'università di Torino e in "Editoria e Scrittura" alla Sapienza. Appassionato di vari sport tra cui calcio, tennis e rugby ma di gran lunga il preferito non è tra questi. Si tratta, invece, del buon, caro, vecchio, sano subbuteo (s'intenda che parlo dell'old subbuteo e non della variante moderna definita con un asettico e privo di fantasia "calcio da tavolo"). Idolo indiscusso non può che essere l'ornitologo Peter Adolph accompagnato da P. P. Pasolini e dal cinico Nanni Moretti (quello di Palombella Rossa, in particolare).