Stadio della Roma, Raggi pronta a modificare il progetto

Dopo il categorico “no” alle Olimpiadi di Roma 2024, altre battaglie richiedono l’attenzione della sindaca di Roma, Virginia Raggi, e dei suoi collaboratori. Stando a quanto riportato dal quotidiano “La Stampa”, la giunta pentastellata si appresterebbe a dar battaglia sulla costruzione del nuovo stadio della Roma, la grande opera urbanistica che ha coinvolto 50 studi di architettura e per la quale sono già stati spesi circa 60 milioni di euro.

Lo stadio della Roma lo facciamo da un’altra parte, a Tor Vergata e senza uffici, perché quella è speculazione edilizia e poi noi abbiamo già le torri dell’Eur che sono vuote e lo Sdo da riempire” aveva dichiarato mesi fa ai microfoni di Radio Radio, in piena campagna elettorale, la candidata romana a sindaco del Movimento Cinque Stelle, una dichiarazione d’intenti che, attualmente, trova riscontro in un braccio di ferro serrato della giunta capitolina con gli esponenti dei servizi in Regione per la richiesta di alcune modifiche rivelanti al progetto, cambiamenti essenziali che, stando ad alcune ipotesi, potrebbero risultare inattuabili e impossibili.

Uno degli atti legali che potrebbero dare lo stop alla nuova immagine dello stadio della Roma, promossa della giunta Raggi, è la legge 147 del 2013, che autorizza eventuali modifiche al progetto già approvato solo “se strettamente necessarie” e blocca lo stravolgimento dell’opera. Esiste, inoltre, un vero e una delibera votata dalla giunta Marino nel 2014, che richiede, per il cambiamento o il blocco di un progetto, non una mozione, ma nuova delibera che revochi la pubblica utilità, che indirizzerebbe la giunta pentastellata verso un vero e proprio atto politico.

Nonostante il dirigente della società giallorossa, James Pallotta, ostenti ottimismo e si dica “fiducioso  del fatto che inizieremo a costruire per la fine dell’inverno”, non resta che attendere ulteriori sviluppi su una faccenda spinosa e che potrebbe portare, in caso di stop, la società che si occupa della realizzazione del progetto a chiedere al Comune danni per circa 2 miliardi di euro.

Le problematiche sulle modifiche al progetto del nuovo stadio della Roma

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @VerBisconti

Vuoi commentare l'articolo?

Veronica Bisconti

Nata Roma nel 1987, è da sempre residente nella Capitale. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali, è attratta da quadri e sculture come una mosca dal miele. Solare, sognatrice e perfezionista, è una grande appassionata di serie televisive italiane e americane. Ama il teatro, la moda e i viaggi.