Arriva lo spinello elettronico

Un’azienda di e-cigarette americana, la Palm Beach Vapors, ha deciso di espandere il proprio business producendo un liquido che, a partire dalla cannabis, possa essere usato nelle ricariche di e-cig. La società sta cercando di brevettare il metodo, che ha chiamato M-System, e ha già firmato accordi di licenza in California e Colorado. Le sigarette elettroniche funzionano riscaldando nicotina liquida e trasformandola in vapore inalabile; l’olio di cannabis userebbe un meccanismo analogo di vaporizzazione. Palm Beach Vapors non acquisterebbe, venderebbe o spedirebbe la marijuana, ma concederebbe in licenza il metodo di preparazione e l’additivo che produce una base di glicerina vegetale in cui l’olio di canapa riesce a distribuirsi in modo uniforme. Paul Chip, CEO e co-fondatore, ha dichiarato che l’azienda sta pensando di costruire un vero e proprio franchising nazionale: secondo le previsioni, entro il 2018 il nuovo prodotto potrebbe rappresentare il 30-40% del fatturato della società, almeno se continuerà il trend di legalizzazione in corso negli Stati Uniti.

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.