Social media explained: le infografiche più divertenti

Ormai siamo sempre più social e sempre meno “umani”: i tempi sono cambiati, internet ha rivoluzionato il nostro mondo e i social media hanno accelerato questa rivoluzione, cambiando profondamente il modo di comunicare e di interagire con gli altri. Da facebook a twitter, a pinterest, a instagram: il linguaggio che utilizziamo per ognuno di questi social sembra differire e così sono state create delle simpatiche infografiche, con cui i social ci vengono spiegati, le cosiddette “social media explained”. Noi qui ne abbiamo raccolte alcune.

Iniziamo dal caffè e da facebook, social di condivisione con più di un bilione di utenti attivi. Ha una condivisione di 1 milione di link ogni 20 minuti.
social media explained

Twitter, social concepito come una sorta di microblog, in cui c’è un limite di 140 caratteri per post. È questo il social che ha avuto maggiore penetrazione negli Usa, ma la sua diffusione rimane più lenta rispetto al rivale facebook: twitter conta infatti circa 240 milioni di utenti attivi, con la condivisione di ben 5.700 tweet ogni secondo. In effetti mancano solo informazioni relative i nostri bisogni fisiologici sui social, ma niente paura c’è una social media explained anche per questo.

social media explained

 

Se invece parliamo di bacon, allora non possiamo non citare pinterest e instagram. Il primo ha 20 milioni di utenti attivi ed è una piattaforma social in cui si trova di tutto, dalla gastronomia, alla salute, all’arredamento, alla moda: è infatti utilizzato per lo più da donne (83%). Instagram permette invece di condividere immagini e brevi video, sfruttando gli hashtag. Nasce qui la maggior parte dei cosiddetti “influencer”. 200 milioni di utenti attivi.
social media explained

Così dal bacon, si passa al vino e se consideriamo magari il brand, a Google Plus, piattaforma creata da google, che permette agli utenti e alle società di creare una “rete”. Gli utenti attivi sarebbero circa 540 milioni, con una prevalenza di giovani (25-35 anni). Tuttavia per le aziende e i professionisti è stato creato linkedin, il social che permette di creare un profilo personale in cui si enumerano le proprie competenze, permettendo così alle aziende di contattare l’utente e, magari, offrirgli una posizione lavorativa (questo in teoria, in realtà spesso è luogo di “adescamento” da parte di “importanti profili”, perciò occhio!). Gli utenti sono circa 300 milioni.

social media explained

Tra le social media explained più divertenti, quelle con gli animali: chi non vorrebbe includere tra le proprie skills di linkedin “being a panda”?

 

social media explained

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta