Texas, le cliniche abortiste non chiudono

Le cliniche abortiste del Texas potranno restare aperte: l’ha stabilito la Corte Suprema statunitense, ribaltando la sentenza della Corte d’Appello che aveva deliberato nuove e rigide restrizioni in materia d’interruzioni di gravidanza. Il 2 ottobre scorso, infatti, la Corte d’appello di New Orleans aveva imposto che tutti gli interventi per l’interruzione di gravidanza in Texas si dovessero tenere in centri di chirurgia ambulatoriale o in mini-ospedali che richiedono un investimento di oltre un milione di dollari per la costruzione, imponendo di fatto la chiusura a circa oltre un terzo delle strutture esistenti. Secondo quanto stabilito dalla Corte Suprema, invece, le cliniche esistenti potranno rimanere aperte mentre sono in corso gli appelli.

Vuoi commentare l'articolo?

Costanza Giannelli

Nasce e cresce (poco, in realtà) in Toscana. Nel 2013, dopo la laurea in Storia Contemporanea si trasferisce a Roma, dove approda alla redazione di Lineadiretta24. Lettrice onnivora e incontenibile logorroica, è appassionata di politica, diritti, storia, De Andrè e Scrubs, non necessariamente in quest’ordine. Curiosa di natura e polemica per vocazione, ama l’India e colleziona lauree, ma giura che la terza sarà l’ultima.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->