Secondo “Royal baby”: aperte le scommesse

Il secondo genito della famiglia reale più famosa al mondo è in arrivo e i fans sono in delirio.
L’assenza temporanea di Kate dalla ribalta non ha fatto che aumentare curiosità e interesse al riguardo: anche in Italia c’è chi scommette sui probabili nomi.
Nel caso di una femminuccia la scelta, probabilmente, cadrà sul nome della regina: Elizabeth, sicuramente la bisnonna più “ingombrante”, in termini di popolarità, che si possa avere. In seconda posizione tra i più quotati, però, c’è anche il nome della defunta madre di William, Diana, scelta che risulterebbe indubbiamente di grande effetto, nella speranza che la piccola abbia un destino migliore della nonna che non conoscerà mai.
Nel caso di un altro maschio, risultano in pole position James e Arthur.
Un parto gemellare metterebbe sicuramente tutti d’accordo e riempirebbe le tasche di più scommettitori.
Circolano anche scommesse sulla data e, addirittura, sulla fascia oraria, in cui Kate darà alla luce l’erede. Una cosa è certa: manca ancora molto tempo alla nascita del nuovo inquilino reale, poiché il parto è previsto per aprile.

Vuoi commentare l'articolo?

Maria Laura Serpico

Bionda, bassa e sognatrice. Se è vero che ogni riccio è un capriccio, con me la vita non è mai noiosa. Mi definisco una “persona frenetica”, alla continua ricerca di nuovi stimoli. Il mio colore preferito è il verde, perché la speranza è l’ultima a morire! Le cose che preferisco fare sono: parlare, parlare e… parlare! Ma non temete, in caso di necessità, sono pronta ad ascoltare: ogni incontro, ogni viaggio, ogni situazione imprevista può essere fonte di arricchimento personale. I miei studi mi hanno portato verso il mondo della scienza politica poiché credo che, benché i più non lo vogliano ammettere, niente e nessuno le è immune. Spettacolo e cultura mi affascinano da sempre, in quanto mix perfetto di storia e sensibilità personale. Perché scrivere? Per dare modo a tutti di “vedere” (quasi) tutto: una pretesa impossibile, ma d’altronde la vita è una sfida continua.