Sciopero settore aereo: 40% voli cancellati

Sciopero settore aereo- Lo sciopero nel settore aereo previsto per oggi ha già comportato la cancellazione del 40% dei voli per un totale di 220. Varie sono le iniziative previste per la giornata di oggi per far sentire il fiato dei lavoratori sul collo dei partecipanti al tavolo dei negoziati, cioè governo, Alitalia e sindacati. In programma oggi lo sciopero dei controllori di volo dell’ENAV indetto da CGIL, CISL, UIL, UGL e UNICA che andrà in scena dalle 13:00 alle 17:00 e lo sciopero del comparto aereo, aeroportuale ed indotto degli aeroporti del sindacato CUB trasporti che durerà per 24 ore e finirà a mezzanotte di oggi ad esclusione delle fasce garantite, cioè dalle 7:00 alle 10:00 e dalle 18:00 alle 21:00.

Sciopero settore aereo- L’ogetto del contendere come è noto è il piano di salvataggio dell’Alitalia dal fallimento. Il piano di salvataggio prevede il licenziamento del 50% del personale di terra e il 20% del personale operativo per un totale di 2037 posti di lavoro. Ma non è tutto, anche chi rimarrebbe sarebbe infatti costretto a fare sacrifici grossi: il piano prevede una riduzioone dello stipendio degli assistenti di volo del 32%, una riduzione dello stipendio del 28% per i piloti che fanno tratte di media lunghezza e del 22% per i piloti che fanno tratte lunghe. Se i sindacati si presentano a questo appuntamento un po’ alla spicciolata, con alcune iniziative originariamente previste e poi rientrate, così non sarà il 5 aprile. Per quella data si terrà uno sciopero generale di tutte le sigle della durata di 24 ore. Insomma i sindacati promettono battaglia.

Sciopero settore aereo- Per quanto riguarda i disagi dei passeggeri, che in questa tragica vicenda rappresentano un aspetto francamente marginale, l’Alitalia ha annunciato l’utilizzo di aeromobili di maggiori dimensioni su alcune tratte in modo da compensare la riduzione del numero di voli disponibile.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado