Tax day: oggi tocca a Imu, Iva, Tasi e Tari

Tasi, Tari, Imu e Iva, il martedì nero dei contribuenti. Oggi scade il termine ultimo per il versamento del saldo della Tasi sulla prima casa, dell’Imu sugli altri immobili, della Tari sui rifiuti e, infine, del pagamento dell’Iva da parte di imprenditori, liberi professionisti ed artigiani, per un gettito stimato in 44 miliardi di euro.
“Una pioggia di scadenze – secondo Giuseppe Bortolussi, segretario della CGIA di Mestre – che potrebbe mettere in seria difficoltà molte famiglie e altrettante piccole imprese a causa della cronica mancanza di liquidità. Un periodo, quello di fine d’anno, molto delicato soprattutto per le aziende: oltre all’impegno con il fisco, in questi giorni devono corrispondere anche le tredicesime ai propri dipendenti. E con il perdurare della crisi, questo impegno economico rischia di diventare per molti imprenditori un vero e proprio stress test”.
E quella di oggi non è l’ultima scadenza fiscale che ci separa dal nuovo anno: il 29 dicembre toccherà al popolo delle partite Iva, che dovrà calcolare e versare l’acconto sul saldo dovuto per l’anno 2014. Il 31, invece, tocca all’imposta di registro annuale sulle locazioni.
Peri contribuenti, però c’è anche una buona notizia: almeno per il 2015, il governo ha congelato l’aumento previsto di Imu e Tasi.

Vuoi commentare l'articolo?

Costanza Giannelli

Nasce e cresce (poco, in realtà) in Toscana. Nel 2013, dopo la laurea in Storia Contemporanea si trasferisce a Roma, dove approda alla redazione di Lineadiretta24. Lettrice onnivora e incontenibile logorroica, è appassionata di politica, diritti, storia, De Andrè e Scrubs, non necessariamente in quest’ordine. Curiosa di natura e polemica per vocazione, ama l’India e colleziona lauree, ma giura che la terza sarà l’ultima.