Sardegna d’estate: i posti più belli da visitare

La Sardegna d’estate? Bella. Anzi, bellissima. Parliamo infatti di una regione che da sempre ospita tantissimi VIP e diviene dunque meta di gran parte degli italiani, non solo per i personaggi di spicco ma anche per via di un mare spettacolare e di tantissime attrazioni da visitare. Quando sorge il sole d’estate, però, l’isola acquisisce un fascino tutto particolare: non è un caso che la scorsa estate la Sardegna abbia fatto registrare il massimo picco di turisti di sempre. Ed è dunque semplice immaginare che la storia si ripeterà anche questa estate. Poi è anche molto facile da raggiungere, sia grazie a diversi voli aerei per la Sardegna offerti da compagnie aeree come Mistralair, sia via mare tramite i traghetti, anche se il viaggio in quest’ultimo caso è più lungo. Ma quali sono i posti dell’isola più belli da visitare d’estate?

Cala Mariolu

Situata nel Golfo di Orosei, Cala Mariolu rappresenta una delle perle più splendenti della Sardegna: non è un caso che venga da tutti considerata come il litorale per eccellenza dell’Isola, soprattutto per la presenza dei suoi caratteristici sassolini bianco avorio, che la rendono un autentico bagliore vivente. Il mare, poi, è stupendo e la cala si dimostra anche molto appartata, dato che è raggiungibile solo via mare, o tramite un piccolo sentiero nelle vicinanze.

Villaggio di Tiscali

Visitare la Sardegna senza vedere i Nuraghi? No, non è assolutamente concesso. Ed ecco perché il Villaggio di Tiscali non potrebbe mai mancare nel carnet del viaggiatore in Sardegna: si tratta infatti di uno dei siti archeologici più famosi e belli dell’isola, caratterizzato dal fatto che – estendendosi lungo la dolina – finisce poi per immergere il visitatore all’interno di rocce e caverne dall’atmosfera a dir poco mistica. Pur non essendo una località marittima, impossibile rinunciarvi se volete godervi una vacanza in Sardegna degna di questo nome.

Parco della Maddalena

Il parco dell’Arcipelago della Maddalena è un altro luogo che non potrete perdervi. Il motivo? Quest’area protetta marina racchiude in sé alcune delle cittadelle più antiche ed evocative dell’isola. E poi come potremmo mai non citare la bellezza del suo mare, contraddistinto da tinte color smeraldo e da acque purissime?

Spiaggia di Chia

La spiaggia di Chia è probabilmente la più bella dell’intera isola. Questo litorale si estende per ben 6 chilometri e, oltre ad offrire un mare spettacolare, è anche l’ideale per i turisti con ambizioni più elevate: ad un passo da Chia, infatti, si trova il sito archeologico di Nora, quella che viene considerata dagli storici come l’installazione più antica presente sull’isola.

La gola di Su Gorroppu

Anche la gola di Su Gorroppu sa come stregare i suoi avventori. Parliamo di un canyon particolarmente vasto e profondo, che consente di vivere una vacanza molto speciale, all’insegna di territori brulli dove la mano dell’uomo non è ancora riuscita a rovinare i suoi incantevoli scorci naturali e paesaggistici. Consigliata soprattutto a chi vuole anche una spruzzata di avventura.

Baunei

L’ultimo luogo che vedremo oggi è Baunei: situato nel Golfo di Orosei come Cala Mariolu, questa località è nota per via delle sue strategie legate al turismo eco-sostenibile, che hanno contribuito a proteggere tutte le meraviglie naturali della zona dalle logiche economiche del turismo.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione