San Paolo: la Basilica aspetta la visita di Papa Francesco

Oggi, lunedì 25 Gennaio alle ore 17 e 30, papa Francesco farà visita presso la Basilica di San Paolo fuori le Mura per presiedere i Secondi Vespri nella festa della conversione di San Paolo. La visita del vescovo di Roma conclude la settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani, che quest’anno cade proprio nel giorno della solennità della conversione di San Paolo. Il tema dell’incontro verterà sul quesito “Cristo è stato forse diviso?” sul quale San Paolo aveva in passato riflettuto a lungo,essendo l’apostolo  riconosciuto come il primo vero teologo della chiesa cattolica ed iniziatore, con i suoi scritti, del Nuovo Testamento. Saranno presenti i rappresentanti di altre Chiese e Comunità ecclesiastiche di Roma.

Come si evince dalle parole dell’abate Edmund Power, l’incontro ha una particolare importanza, vista la specifica del tema, ricordando i discorsi di San Paolo su Cristo; per l’apostolo, infatti, l’ unicità di Cristo non può essere messa in discussione, come si evince dalle sue parole :“ l’unità dell’unico corpo è nel cuore di ciò che lui crede”. Essendo stato Paolo il vero iniziatore del Nuovo Testamento, la sua conversione è, simbolicamente, l’inizio di un nuovo cammino del popolo cristiano tutto.

Nella liturgia cattolica, il Vespro, è la preghiera serale della comunità cristiana, quella del tramonto ovvero una delle maggiori ore canoniche della Chiesa. Si divide in due parti: la salmodia, ovvero il canto dei salmi ed una seconda parte caratterizzata dal canto del Magnificat. La Basilica di San Paolo fuori le Mura è una delle quattro basiliche papali, seconda per grandezza solo alla Basilica di San Pietro. Fu costruita nel luogo in cui, secondo la tradizione, furono sepolte le spoglie del santo.

Vuoi commentare l'articolo?

Raffaele Patti