Reggio Calabria: blitz contro clan Piromalli, 33 arresti [VIDEO]

BLITZ CONTRO CLAN PIROMALLI – Blitz dei carabinieri del Ros contro il clan Piromalli. L’operazione, ribattezzata “provvidenza” ha visto il fermo di 33 persone, secondo le disposizioni della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Le persone fermate sono accusate a vario titolo di associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, intestazione fittizia di beni, autoriciclaggio, tentato omicidio e altri reati aggravati dalle finalità mafiose. Il clan Piromalli, al centro delle indagini del Ros, è risultato essere uno dei clan più potenti legati alla ‘Ndrangheta, praticamente egemone sul lato tirrenico del territorio di Reggio Calabria e con ramificazioni in Lombardia e negli Stati Uniti, dove l’FBI sta svolgendo delle ulteriori indagini.

RAMIFICAZIONI SUL TERRITORIO E NON SOLO – Le indagini hanno portato alla luce una profonda ramificazione del clan Piromalli su tutto il territorio della piana di Gioia Tauro, con il potere di influenzare e controllare il tessuto imprenditoriale, agroalimentare e immobiliare, arrivando a spingersi fino al mercato ortofrutticolo di Milano. Una piovra con tentacoli lunghi e ben artigliati, quella a cui i carabinieri hanno sequestrato beni per oltre 40 milioni di euro. Secondo gli stessi investigatori a rendere cosi potente il clan Piromalli era: “la peculiare struttura organizzativa della cosca, imperniata su una base operativa nella piana di Gioia Tauro e una emanazione economico-imprenditoriale attiva a Milano”.

IMPLICAZIONI OLTRE OCEANO – Oltre a documentare le attività legate al traffico di droga nello scalo portuale di Gioia Tauro, le indagini hanno messo in evidenza l’infiltrazione del clan Piromalli nel tessuto imprenditoriale della piana, con particolare attenzione al mercato agroalimentare che era arrivata a creare una rete di distribuzione di prodotti oleari negli Stati Uniti, grazie alla connivenza di un imprenditore italoamericano facente capo alla cosca stessa. Le risorse, di provenienza illecite, venivano poi reinvestite in capi di abbigliamento d’alta moda francese, o in attività legate all’edilizia e alla gestione di strutture alberghiere. Le indagini hanno anche scoperto come il clan Piromalli avesse già messo le mani sull’appalto per la costruzione di un centro commerciale a Gioia Tauro, all’altezza dello svincolo autostradale della Salerno-Reggio Calabria.

Ecco le immagini con il video dell’operazione.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.