Ronaldo: Pallone d’oro 2016 e guai col fisco

Va a Cristiano Ronaldo il Pallone d’oro 2016. La notizia non prende nessuno alla sprovvista, anzi ce l’aspettavamo un po’ tutti. Tranne che in Catalogna dove vige la religione che vede in Messi il messia ed in Ronaldo una specia di anticristo. Lì si è gridato allo scandalo ovviamente. Il portoghese ha meritato il premio, dato che come si sa esso è anche vincolato a determinati risultati. A seguito dei modiali del 2006 venne assegnato addirittura a Cannavaro con Buffon secondo in classifica.

Il fenomeno portoghese da questo punto di vista ha fatto caccia grossa quest’anno. Prima la vittoria della Champions League con la squadra di club, poi l’Europeo vinto con la nazionale. Forse il secondo trofeo è stato determinante: il Portogallo ci aveva provato più volte a vincere la competizione continentale. Ma aveva sempre fallito. Aveva fallito anche la squadra dei fenomeni in cui c’era gente come Figo, Rui Costa, Deco e chi più ne ha più ne metta. Il Portogallo di Ronaldo invece ce l’ha fatta, una squadra più operaia proprio a immagine e somiglianza del proprio calciatore più rappresentativo. Si perchè è proprio questa la caratteristica saliente dal calciatore lusitano: l’umiltà. L’umiltà che si accompagna alla professionalità, queste le doti di un ragazzo che si è migliorato anno dopo anno. Il primo ad arrivare agli allenamenti e l’ultimo ad andarsene.

CR7 quindi si porta a casa il quarto Pallone d’oro. Più di lui ne ha vinte solo Leo Messi che è a quota 5. I due sono i più vincenti della storia avendo sorpassato gente come Van Basten, Platini e Cruijff fermi a 3 titoli.

Il traguardo storico e la gioia del calciatore sono però offuscati dalle preoccupazioni che vengono dal fronte giudiziario. Infatti il calciatore Pallone d’Oro 2016 è entrato nell’inchiesta scandalo denominata Football Leaks ed è inquisito per evasione fiscale.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@FRANCESCORRAD0

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado