Raggi chiede verifica atti adottati da Marra

Campidoglio, il sindaco Virginia Raggi ha chiesto una verifica su tutti gli atti adottati da Marra. L’ex capo del personale della giunta capitolina sarà sentito oggi dal gip nel carcere di Regina Coeli. Il legale di Scarpellini, l’imprenditore arrestato insieme a Marra, entrando nel carcere ha dichiarato: ‘il mio assistito è sotto shock ma vuole chiarire tutto, sta vivendo questa vicenda come un diluvio che si è abbattuto su di lui e pensa di non meritarlo’.

atti adottati da marraIntanto il M5S romano e nazionale tentano di distaccarsi dalla figura e dagli atti adottati da Marra. La Raggi, che lo ha difeso fino a pochi giorni fa, lo ha scaricato ammettendo: ‘mi sono sbagliata a fidarmi‘. Emergono le prime intercettazioni a carico dell’ex braccio destro del sindaco. In una telefonata, Marra parla con la segretaria di Scarpellini (l’altro imprenditore agli arresti), assicurando di essere ‘completamente a disposizione’ dell’imprenditore in cambio di un piccolo favore. Gli attacchi sui giornali verso di lui e la giunta capitolina non si placano. In particolare è un giornale, il Messaggero, a essere il principale veicolo degli attacchi. Marra chiede quindi a Scarpellini di intercedere con l’editore del giornale, Francesco Gaetano Caltagirone, imprenditore immobiliare anch’egli, perché si plachino gli attacchi e le accuse a mezzo stampa. ‘Sono a disposizione, diglielo che sono totalmente a disposizione, lui lo sa’, si legge nelle intercettazioni di Marra che poi continua: ‘Se lui può intervenire con ‘Gaetano…Calta’…per farmi dare una mano sui giornali io sto a disposizione. Diglielo che io sto a disposizione’.

Anche nell’ordinanza di arresto si leggono le intenzioni corruttive di Marra a Scarpellini. ‘Le insistenti regalie fatte negli anni 2010 e 2013 dallo Scarpellini in favore del Marra – si legge nell’ordinanza – trovano ragionevole spiegazione esclusivamente in una logica corruttiva, stante le funzioni pubbliche svolte all’epoca dal Marra in settori connessi agli interessi imprenditoriali dello Scarpellini”. Il Gruppo Scarpellini, infatti, ha convenzioni milionarie con il comune di Roma “che richiedono l’emanazione di provvedimenti amministrativi da parte sia del Comune di Roma sia della Regione Lazio”, realtà nelle quali Marra ha avuto posizioni dirigenziali negli anni presi in esame dagli inquirenti.

 

Twitter: @g_gezzi

Vai alla Homepage di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Giulio Gezzi

Laureato in Storia e memoria delle culture europee presso l'Università di Macerata. Da sempre interessato alla politica e alla storia contemporanea almeno tanto quanto alle serie tv, al cinema e al calcio. La ricerca dell'autonomia è quello che mi ha guidato fin'ora.