Proprietario di un bar uccide un ladro nel lodigiano

A Casaletto Lodigiano, piccolo borgo nelle aperte campagne intorno a Lodi, il proprietario di un bar uccide un ladro. La colluttazione è avvenuta questa notte verso le 3.30. Tre uomini, secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, si sarebbero introdotti nel bar-ristorante “Osteria dei Amis” a Casaletto Lodigiano. L’attività è anche tabaccheria e forse proprio il tabacco era l’obiettivo dei malviventi. Il titolare Mario Cattaneo che vive sopra il locale, ha sentito dei rumori, è sceso al piano terra e ha scoperto i malviventi.

Lo scontro in realtà, affermano per ora gli inquirenti, dovrebbe essersi verificato nel cortile interno dell’abitazione, dove l’uomo teneva regolarmente il suo fucile da caccia. Il sessantanovenne proprietario del bar, ha sparato almeno un colpo contro uno degli aggressori, il quale è comunque riuscito a scappare. La fuga del ladro, la cui identità resta ancora sconosciuta, è stata però breve: è stato infatti ritrovato dalle Forze dell’Ordine a poche centinaia di metri dal luogo della colluttazione, non troppo distante dal cimitero di Cataletto Lodigiano. Ferito anche il sessantanovenne proprietario del locale, sebbene in modo lieve; ora è ricoverato all’ospedale maggiore di Lodi con lesioni a un braccio e una gamba. Secondo quanto riferito dall’uomo, lo sparo dal fucile sarebbe avvenuto per sbaglio.

I carabinieri e gli uomini della Scientifica di Lodi stanno ricostruendo in dettaglio che cosa sia successo. Pero il momento Mario Cattaneo è indagato per omicidio volontario. Il fatto che un proprietario del bar uccide un ladro, introdottosi in casa sua, non è un fulmine a ciel sereno nel paesino vicino Lodi. Le persone che vivono nel borgo raccontano che i furti sono all’ordine del giorno; tutti hanno allarmi e inferriate alle finestre, ma queste precauzioni sono evidentemente inutili. L’ amministrazione comunale di Casaletto Lodigiano esprime tutta la sua solidarietà. “Saremo al fianco di Mario e Luca e delle loro famiglie” scrive in una nota il sindaco Giorgio Marazzina.  La sezione locale della Lega Nord ha deciso di avviare “una raccolta fondi in sostegno” dell’imprenditore, per le ingenti spese legali che dovrà affrontare. Solidarietà anche da parte del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, che su Facebook scrive: un morto è sempre una brutta notizia, ma se invece di rubare fosse andato a lavorare, quel tizio oggi sarebbe vivo

 

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello tesso autore

twitter: @letiziadelpizzo

Vuoi commentare l'articolo?

Letizia Del Pizzo

Mi chiamo Letizia Del Pizzo e sono nata a Roma nel 1991. Ho una laurea magistrale in Lettere Moderne e al momento frequento un master in Economia e Gestione dell'Arte e dei Beni Culturali presso la Business School di Roma de Il Sole 24Ore. Ho viaggiato molto, ma il mio sogno è contemplare il paesaggio silenzioso intorno alle rovine di Machu Picchu. Trascorro il mio tempo libero dedicandomi alla lettura, al cinema e alle serie tv. Adoro passeggiare con miei amici per la città e scoprire le continue iniziative culturali. Mi piacerebbe diventare una giornalista, una scrittrice o una critica cinematografica, perché sono convinta che le passioni acquistano valore quando vengono trasmesse.