Phil Rudd degli AC/DC accusato di aver assoldato un killer

Il batterista della rock band australiana AC/DC, Phil Rudd, è comparso davanti a un tribunale in Nuova Zelanda con l’accusa di avere cercato di assumere un killer per uccidere due persone. Il musicista 60enne è anche accusato di minacce di assassinio e di possesso di metanfetamine e cannabis. Il sito neozelandese “Stuff” ha riferito che le accuse contro Rudd sono state formulate dopo un blitz della polizia nella casa del batterista a Tauranga. Rudd è stato rilasciato su cauzione fino alla prossima udienza del tribunale, fissata per il 27 novembre. Rudd, nato in Australia, si è trasferito in Nuova Zelanda nel 1983 e possiede un ristorante a Tauranga. Nel 2003 è entrato nella Rock and Roll Hall of Fame insieme agli altri membri degli AC/DC.

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.