Per casa meglio imbianchino professionista o fai da te? Tutti i pro e contro

Le situazioni in cui può essere necessario un imbianchino sono diverse. Dopo qualche anno in cui si è entrati in casa, anche se nuova e appena costruita, alcune aree, angoli e della casa assumono una sfumatura grigia. Questo accade prima di tutto in cucina, ma coinvolge anche le zone sopra ai caloriferi e gli angoli del bagno. Anche quando si entra in un appartamento in affitto, non sempre esso viene consegnato appena rinfrescato: il che permetterà una volta in uscita di non doversene occupare di conseguenza. Quando si entra in una nuova casa si può anche ricercare un imbianchino per creare dei giochi di colori su una parete e date un tocco di design.

In tutte queste situazioni ecco che sorge l’inevitabile dubbio: fai da te o imbianchino? Armarsi di proverbiale pazienza e olio di gomito oppure chiamare un professionista? Quando costa l’una o l’altra opzione? I dubbi sono tanti perché è normale che si cerchi sempre di risparmiare qualcosa. É pur vero, tuttavia, che il fai da te potrebbe costare più caro, se il lavoro bisogna farlo più volte. Questo vale sempre per tutte le attività.

Il fai da te per imbiancare casa

Per imbiancare le pareti di casa e dare una bella rinfrescata, alcuni decidono di far da sé, senza richiedere la manodopera di un professionista. Il grande vantaggio è quello di risparmiare, o almeno così dovrebbe essere. Se infatti il lavoro riesce male si può rischiare di doverlo rifare e il costo aumenta. Per imbiancare casa sono necessari però diversi strumenti, comprare il tutto e la pittura può a volte non essere proprio conveniente.

Oltre a questo bisogna considerare che può essere necessario trattare la parete se ci sono muffe, deformità e anomalie: serviranno altri strumenti e ci saranno nuove spese. Oltre a questo bisogna sapere imbiancare: anche se all’apparenza appare come un’operazione semplice, non è esattamente così, basta poco per fare delle grandi strisce antiestetiche e purtroppo il risultato si vede solo una volta che il colore si è ben asciugato. Per imbiancare la casa, specialmente non essendo professionisti, ci si può impiegare anche molto tempo e tanta fatica. In molti casi si rischia anche di sporcare mobili e suppellettili, in mancanza dei giusti strumenti.

In sostanza il vantaggio del far da sé è puramente economico, ma gli svantaggi sono diversi e bisogna davvero valutare se ne vale la pena. É statisticamente provato che il fai da te venga provato, ma che di norma non conti seconde chance.

Chiamare un imbianchino professionista

In moltissimi oggi preferiscono di gran lunga affidarsi ad un imbianchino professionista. In questo modo è sufficiente prendere un appuntamento ( https://www.vicker.org/categorie/imbianchino/milano/milano ) e si occuperà l’esperto di tutto. Un imbianchino professionista prepara la casa per effettuare il lavoro al meglio: ricoprendo alla perfezione i mobili, isolando prese e interruttori della luce, trattando le zone con anomalie.

Si occuperà di dipingere la parete in breve tempo e sarà in grado di ottenere un risultato perfetto, grazie a competenze, esperienza e tutti gli strumenti necessari. Oggi trovare un imbianchino anche se, per esempio, ci si trova in una città grande come Milano, non è affatto semplice, ma grazie a portali online, è possibile gestire la necessità nel più rapido e semplice dei modi.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione