Padova, colata d’acciaio fuso su operai: 2 sono gravissimi

 

La festa dei lavoratori dello scorso 1° maggio era stata dedicata proprio alla tutela della salute e alla sicurezza nei luoghi di lavoro, ma nonostante le mozioni presentate dai sindacati non smettono di verificarsi incidenti nelle fabbriche e nei cantieri, anche molto gravi. L’ultimo di questi è accaduto ieri mattina poco prima delle 8, quando quattro operai sono rimasti ustionati in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno delle Acciaierie Venete, nello stabilimento di riviera Francia, zona industriale di Padova. I lavoratori sono stati investiti dall’ondata di calore provocata dall’acciaio liquido incandescente e due di loro, un romeno di 40 anni ed un moldavo di 44, dipendenti diretti dello stabilimento, hanno riportato ustioni sul 100% del corpo e lottano tra la vita e la morte negli ospedali di Padova e Cesena. Le loro condizioni permangono stabili, pur in un quadro di estrema gravità.

A rimanere coinvolti nel grave incidente anche due 35enni dipendenti della ditta di manutenzione “Ayama”. Questi ultimi sono stati ricoverati nell’ospedale civile “Sant’Antonio” di Padova in condizioni meno gravi, e uno di loro è stato dimesso nella serata di ieri. La fuoriuscita di materiale incandescente si sarebbe verificata a causa della rottura di alcuni supporti che sostengono i tubi nei quali scorre l’acciaio allo stato liquido. La dinamica non è ancora stata ricostruita esattamente, ma l’incidente pare essere avvenuto durante la fase di spostamento del contenitore di acciaio fuso quando in quel momento si è rotto il perno di un contenitore da cui sono partiti schizzi di acciaio a circa 1600 gradi che hanno investito i quattro operai. La fuoriuscita di acciaio fuso ha anche generato un principio di incendio nel reparto fonderia, che è stato poi domato dalle squadre dei pompieri di Padova. Subito è intervenuta la squadra di sicurezza interna all’acciaieria, che ha cercato di circoscrivere le fiamme mentre sul posto arrivavano i vigili del fuoco.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.