Oltre la vita, scienziato indaga sulla premorte

Pim Van Lommel, celebre cardiologo olandese, ha rilasciato un’intervista sullo stato di premorte all’AdnKronos. Lo scienziato indaga sulla premorte da più di trent’anni e i suoi studi sono stati pubblicati sul The Lancet. Stando ai risultati di un’indagine recente, circa 2,5 milioni di italiani avrebbero sperimentato in qualche modo lo stato di premorte. Sono state ascoltate migliaia di persone che sarebbero sopravvissute ad un arresto cardiaco, sfidando la morte e guardandola “da fuori”. Tutti i pazienti intervistati hanno parlato di “una luce calda e un tunnel lungo”, descrivendo minuziosamente ogni sensazione provata, ogni minimo suono percepito, ricordando persino i discorsi dei medici e del personale sanitario presenti in sala operatoria.

Ma cosa è di preciso lo stato di premorte e come si riconosce? Quando si resta sospesi tra la vita e la morte e si entra in uno stato che si configura come una sorta di Purgatorio dell’anima, si sperimentano delle esperienze extracorporee molto intense che possono risultare perlopiù incomprensibili ai vivi. La premorte è uno stato di coscienza alterato, straordinario e assolutamente fuori dalla normalità, che ci permette di capire cosa c’è dopo la morte e di sfiorarne alcune percezioni. Si parla di calore, di luce, di vita che scorre davanti agli occhi, di attimi nei quali si ha il senso dell’eternità. Possiamo considerare la premorte come uno stato di coscienza speciale, un’esperienza di trasformazione che avviene mentre è in atto un arresto cardiaco, un’emorragia, un’asfissia, un incidente o il coma, ma anche mentre si manifestano gravi stati depressivi o durante la meditazione profonda.

Da sempre gli uomini si interrogano sulla morte e sui suoi infiniti e affascinanti misteri. Molti filosofi come ad esempio Pitagora e Platone parlavano di metempsicosi, di trasmigrazione dell’anima dal corpo dopo la morte, mentre Epicuro non se ne curava, tanto quando ci siamo noi non c’è lei e quando c’è lei non ci siamo noi.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Vale_Perucca

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Perucca

Valentina Perucca nasce a Roma nel 1982. Dopo aver conseguito la maturità classica si laurea in Lettere e Filosofia, all'Università La Sapienza di Roma. Appassionata di arte, letteratura, musica, viaggi. Specializzata in linguistica e glottodidattica, insegna italiano a tutti coloro che vogliono impararlo. Ama Catullo, Ovidio, Euripide, Sofocle, suoi migliori amici fin dalla più tenera età. Odia gli arrivisti, gli arrampicatori sociali e i cercatori d'oro.