Nuove divise Alitalia: torna il glamour

Nuove divise Alitalia: dopo quasi vent’ anni, l’azienda rinnova il suo look. La nuova collezione è stata ideata dallo stilista Ettore Bilotta nel suo atelier di Milano, ispirandosi al glamour degli anni ’50 e ’60. Le nuove divise Alitalia sono state presentate alla presenza dei vertici del gruppo:“Potete capire quanto abbia combattuto per avere il rosso” nelle nuove divise Alitalia. Lo ha detto ironico il presidente della compagnia Luca Cordero di Montezemolo facendo un riferimento al suo passato in Ferrari. Il nuovo look incarna l’anima di Alitalia e non è un caso che ciò avvenga durante il piano di rilancio e sviluppo della compagnia”, ha detto l’amministratore delegato di Alitalia Cramer Ball, aggiungendo ”ci avviamo a celebrare i 70 anni di storia con una nuova collezione di eleganti divise, con le quali intendiamo rappresentare nel mondo l’eccellenza italiana. Un Paese che da sempre è un’icona di stile ed eleganza a livello mondiale”.

Le nuove divise Alitalia, che verranno distribuite ai primi di luglio ai 5.700 dipendenti, sono rosse per il personale di volo e verdi per il personale di terra; come copricapo un cappellino ispirato alle terrazze delle Cinque Terre. Per il personale maschile, invece, si è optato per un design grigio antracite e verde bosco. Grande ritorno di guanti e cappellino che rivoluzionano completamente il tailleur classico verde e blu indossato fino ad oggi dal personale, che risale al 1998. L’ultima volta che venne usato il copricapo era il 1969, con gli abiti firmati Mila Schoen; mentre i guanti andranno in contrasto, come le calze, verdi sugli abiti rossi e rossi su quelli verdi. Per quanto riguarda la scelta dei colori, il rosso (un bordeaux che vira gradualmente al rosso più chiaro con una stampa a spina di pesce) simboleggia la passione italiana, mentre il verde (un grigio antracite che vira sul verde) è stato scelto per raffigurare i paesaggi. Per le divise maschili, invece, le cravatte rosse e verdi richiamano gli abiti femminili.Nuove divise Alitalia

Dal 1950 ad oggi le divise dell’Alitalia sono state rinnovate ben dodici volte da grandi nomi della moda: si va dalle divise più classiche delle sorelle Fontana e di Delia Biagiotti (nel 1960), alle uniformi più particolari di Tita Rossi (nel 1967) e Mila Schoen (che nel 1969 propone il ‘verde Italia’ e nel 1972 azzarda il colore rosa) o Alberto Fabiani (1973 divise giallo ‘albicocca’), nel 1975 arriva la divisa rossa di Florence Marzotto, nel 1980 viene introdotto il tema classico verde e blu, poi Renato Balestra (1986), Giorgio Armani (1991), infine le attuali divise Mondrian. Ora tocca a Bilotta, stilista molto amato in Medio Oriente, che disegna le divise di Etihad fin dal 2003. “Ho voluto conferire al progetto l’espressione del più puro stile italiano – ha detto – immaginando che l’Italia possa essere un sogno per tutti e che un volo in Alitalia sia un po’ come stare in un salotto elegante“.

Vuoi commentare l'articolo?

Letizia Del Pizzo

Mi chiamo Letizia Del Pizzo e sono nata a Roma nel 1991. Ho una laurea magistrale in Lettere Moderne e al momento frequento un master in Economia e Gestione dell'Arte e dei Beni Culturali presso la Business School di Roma de Il Sole 24Ore. Ho viaggiato molto, ma il mio sogno è contemplare il paesaggio silenzioso intorno alle rovine di Machu Picchu. Trascorro il mio tempo libero dedicandomi alla lettura, al cinema e alle serie tv. Adoro passeggiare con miei amici per la città e scoprire le continue iniziative culturali. Mi piacerebbe diventare una giornalista, una scrittrice o una critica cinematografica, perché sono convinta che le passioni acquistano valore quando vengono trasmesse.