Nuova Statale 106, la strada sprofonda nella notte

Catanzaro. Continuano ad aggravarsi le condizioni del tratto della Nuova Statale catanzarese 106, risistemato appena qualche mese fa. Dopo il crollo di un muro e la chiusura dell’uscita sud di Catanzaro Germaneto, ora anche la corsia d’uscita di Borgia nord ha ceduto definitivamente la notte di sabato scorso, dopo un preoccupante cedimento del manto stradale notato nell’ultima settimana.

Probabilmente le infiltrazioni d’acqua sono state determinanti per il crollo del tratto che era stato risistemato appena un mese fa, con degli imponenti lavori volti proprio alla corretta regimentazione delle acque. Non c’è pace per questa strada inaugurata appena sei anni fa con grandi aspettative e ingenti investimenti economici e che sembrava dover cambiare finalmente il volto di una viabilità precaria, ma che invece sin da subito ha mostrato problemi sotto forma di cedimenti continui di alcuni muri e terrapieni. In quattro anni dal suo definitivo completamento, avvenuto nel 2013, le segnalazioni di problemi lungo il tratto Simeri Crichi Squillace sono quasi quotidiane e le criticità della viabilità senza sosta. Mentre una grande fetta della costa jonica vede la nuova strada ancora come un miraggio, la realizzazione di questa Statale, tra asfalto rifatto più volte e continui cedimenti, segna molti dubbi su cui ancora non è stata fatta luce: l’utilizzo di materiali scadenti e affidamento degli appalti non ancora chiarito, fenomeni che dopo la drammatica odissea della Salerno-Reggio Calabria speravamo di esserci lasciati alle spalle, ma che invece sembrano essere un cancro inguaribile di questo Paese.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.