Strage di Nizza: Facebook ha attivato il Safety Check

In seguito alla strage che ha colpito Nizza ieri sera facendo più di 84 morti, Facebook ha attivato il Safety Check. Il Safety Check è uno strumento studiato dal social network e messo a disposizione delle persone che si trovano in prossimità di un luogo, cuore di un attentato. Grazie a questo servizio, in situazioni in cui le comunicazioni potrebbero risultare particolarmente difficili, basta un solo click per segnalare ai propri cari di essere al sicuro. Facebook ha attivato il Safety Check già in occasione degli attentati di Parigi dello scorso 13 novembre. All’epoca furono cinque milioni di utenti ad usarlo per far sapere ai propri familiari di stare bene. Anche per l’attentato in Belgio il social aveva invitato gli iscritti a ricorrere a questo mezzo immediato di comunicazione.

Come funziona il Safety Check? Quando avviene un disastro e la persona risulta essere nelle vicinanze, grazie ad informazioni incrociate (la città da cui si sta utilizzando Internet, l’ultima posizione segnalata, l’eventuale attivazione di Nearby Friends) Facebook invia una notifica che chiede informazioni circa lo stato di salute. Se avete amici in prossimità di un disastro e lo strumento è stato attivato, ricevete immediatamente una notifica da tutti loro che li contrassegna come “salvi”. Cliccando su questa notifica, Safety Check vi mostrerà un elenco dei loro aggiornamenti.

Nella news room di Facebook si legge che, ogni volta si verificava un disastro (naturale o meno) il team comprendeva sempre più come le persone usino Facebook in caso di catastrofi e ha deciso di creare uno strumento semplice e facile da usare, che permetta alle persone di connettersi con la loro rete di amici quando è più urgente.

 

Intanto su Twitter, l’altro social network, ieri sera è ricomparso l’hashtag #PorteouverteNice, già impiegato durante gli attentati di Parigi. Grazie a questo hashtag, le persone hanno messo su Twitter la loro disponibilità a dare aiuto e soccorso a chi stava scappando dall’attacco sul lungomare.

Vai alla home page

Leggi altri articoli dello stesso autore

@letiziadelpizzo

Vuoi commentare l'articolo?

Letizia Del Pizzo

Mi chiamo Letizia Del Pizzo e sono nata a Roma nel 1991. Ho una laurea magistrale in Lettere Moderne e al momento frequento un master in Economia e Gestione dell'Arte e dei Beni Culturali presso la Business School di Roma de Il Sole 24Ore. Ho viaggiato molto, ma il mio sogno è contemplare il paesaggio silenzioso intorno alle rovine di Machu Picchu. Trascorro il mio tempo libero dedicandomi alla lettura, al cinema e alle serie tv. Adoro passeggiare con miei amici per la città e scoprire le continue iniziative culturali. Mi piacerebbe diventare una giornalista, una scrittrice o una critica cinematografica, perché sono convinta che le passioni acquistano valore quando vengono trasmesse.