News – Tagli alla Rai, Renzi contro Floris

 

Il Presidente del Consiglio non ha dubbi: la Rai, partecipata dello Stato, deve contribuire alla spending review. Giovanni Floris, decisamente più incalzante del solito, invece, non ci sta e ribatte: i tagli da 150 milioni previsti dal governo potrebbero indebolire il servizio pubblico a favore di Mediaset. Renzi, come solito, risponde cercando di marcare la differenza tra sè e i suoi predecessori, ma assicura: per venti anni c’è stato un duopolio fuori luogo, ora ci sono altre tv come La7 e Sky. Quello andato in onda ieri sera non è stato uno «scontro violento» come l’ha definito il Presidente del Consiglio al termine dell’intervista, ma l’attrito c’è stato, e non solo quando si parla di Rai. Un attrito che non sembra destinato a scemare: Renzi, infatti, ha pubblicato un tweet di cui è facile individuare il destinatario «Niente paura. Il futuro arriverà anche alla Rai. Senza ordini dei partiti»

Vuoi commentare l'articolo?

Costanza Giannelli

Nasce e cresce (poco, in realtà) in Toscana. Nel 2013, dopo la laurea in Storia Contemporanea si trasferisce a Roma, dove approda alla redazione di Lineadiretta24. Lettrice onnivora e incontenibile logorroica, è appassionata di politica, diritti, storia, De Andrè e Scrubs, non necessariamente in quest’ordine. Curiosa di natura e polemica per vocazione, ama l’India e colleziona lauree, ma giura che la terza sarà l’ultima.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->