News – Philip Seymour Hoffman, morte accidentale

Nell’appartamento in cui l’attore viveva, gli inquirenti avevano rinvenuto circa cinquanta bustine marcate “Ace of Spades” contenenti presumibilmente eroina, una ventina di siringhe usate, in una tazza di plastica, altre buste con dentro della polvere bianca. Oltre a queste, nell’appartamento erano presenti anche alcune confezioni di medicinali da prescrizione, come il Vyvanse, usato per il trattamento dei disturbi da deficit di attenzione e iperattività, o l’idroxizina, un farmaco utilizzato per il trattamento dell’ansia, e buste vuote con la scritta “Ace of Hearts” – un’espressione slang che indica l’eroina.

L’attore si era separato da poco dalla compagna Mimi O’Donnell, una celebre costumista. Nel testamento aveva lasciato tutti i suoi beni alla O’Donnell con la richiesta che il figlio maggiore, l’unico nato al tempo del documento, crescesse a New York in un ambiente ricco di arte di cultura.
E in fatto di arte, o presunta tale, a Hollywood un artista underground di nome Plastic Jesus ha installato una statua colossale di plastica a forma di premio Oscar che si “spara” eroina in vena con una siringa a un angolo dell’Hollywood Boulevard, a pochi passi da dove domenica sfilerà il gotha del cinema per la consegna degli Academy Awards.

«Quando vivi a Hollywood e lavori in quest’industria, capisci come sia endemico l’uso di droga: come tutti, o quasi siano coinvolti, dai giovani attori ai tecnici delle luci, dagli agenti agli impresari. La gente però se ne accorge soltanto quando uno del calibro di Hoffman o di Whitney Houston ci lascia la pelle», ha dichiarato Plastic Jesus al Daily News (fonte Repubblica). 

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellicano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->