News – “Monuments Men”, l’ultimo film di George Clooney

Non si tratta di un film, magari un moderno seguito di quello attualmente nelle sale cinematografiche di mezzo mondo, con George Clooney e un’altra mezza dozzina di star di Hollywood, tra cui Matt Damon e Bill Murray, nella parte dell’unità speciale dell’esercito americano che nella seconda guerra mondiale fu inviata in Europa per recuperare e salvare le opere d’arte trafugate dai nazisti. È che l’attore americano, impegnato in tour promozionale della pellicola di cui è anche il regista, ha colto l’occasione per dire che non fu soltanto il terzo Reich a rubare quadri e sculture: altre nazioni hanno fatto lo stesso e non sarebbe male se ora riparassero al torto, restituendo all’originale proprietario ciò che gli hanno tolto.

 

Incontrando i giornalisti per il lancio di Monuments Men a Londra, Clooney ha detto che sarebbe «una gran bella cosa» se i marmi del Partenone tornassero sull’Acropoli di Atene. «Ho fatto un po’ di ricerche per evitare di passare per pazzo», afferma l’attore con il suo abituale, amabile spirito. «Il Vaticano e il Museo Getty hanno già restituito parti del Partenone alla Grecia. Quei marmi sono stati in mostra per un pezzo a Londra, ma ora restituirli ai greci sarebbe probabilmente giusto. Come minimo, penso che valga la pena aprire un dibattito sulla questione».

Quando un cronista gli ha chiesto se intendesse andare a vederli al British Museum, Clooney ha replicato che purtroppo non ne aveva il tempo perché doveva ripartire per continuare la promozione del film a Parigi la sera stessa, magari per «fare arrabbiare anche i parigini», esortandoli a comportarsi in modo analogo ridando «la Monna Lisa all’Italia» (fonte Repubblica).

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellicano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->