News – Il Lazio fermo nell’attuazione della legge sul gioco

«La legge regionale, oltre a non ammettere l’apertura di sale da gioco nei pressi di aree sensibili, conteneva il divieto di qualsiasi attività pubblicitaria relativa all’apertura di nuove sale o all’esercizio che prevede vincite in denaro, così come la concessione di spazi pubblicitari istituzionali». Così scrive in una nota Fabrizio Santori, Consigliere regionale del Lazio e componente della commissione sociale, denunciando, una volta constatata la persistente presenza di cartelloni, soprattutto a Roma, che invitano a giocare e a scommettere, l’immobilismo del sindaco della città Ignazio Marino.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Ilaria Francesca Petta

Più di là che di qua, nel senso metaforico...ma anche letterale. Classe 1986, nasco sotto il segno dei gemelli, di cui sono una chiara rappresentazione. Senza terra sotto ai piedi, con uno spiccato senso internazionalistico, credo che l'Italia sia un Bel Paese in declino, legato ancora a un glorioso passato. Laureata in lingue e traduzione, mi sono immersa in questa odissea, chiamata giornalismo, a 26 anni..forse tardi, ma assicuro che sto recuperando in pieno. Masterizzata in Comunicazione e Media nelle Relazioni Internazionali girovago come tirocinante, al momento nella Commissione europea a Roma.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->