News – Beni sequestrati a capo ultras Lazio

Il GICO della Guardia di Finanza di Roma, ha sequestrato a Fabrizio Piscitelli detto “Diabolik”, già in carcere a Rebibbia dallo scorso settembre con l’accusa di traffico di droga e coinvolto in altre vicende criminali, beni per oltre 2,3 milioni di euro. Il capo degli Irriducibili, sembra si arricchisse soprattutto attraverso la vendita di gadget della Lazio, tra cui la riproduzione dell’immagine di Mister Enrich, un vecchio fumetto inglese divenuto simbolo degli ultras laziali mentre, per gli investimenti a Roma e nella zona dei castelli romani Piscitelli si serviva della moglie e di una delle figlie.

 Il sequestro preventivo ha compreso: patrimonio aziendale e beni di una società, con sede a Roma, per il commercio all’ingrosso di abbigliamento ed accessori; fondo comune ed intero patrimonio di un’associazione culturale, con sede a Roma, gestita con altre figure di spicco della frangia estrema della tifoseria laziale, per fini culturali e ricreativi; quote societarie di una società romana per la produzione nei settori della stampa, della editoria e della grafica; 2 immobili a Grottaferrata, 3 autoveicoli e rapporti bancari/postali/assicurativi/azioni.

Vuoi commentare l'articolo?

désirée canistrà

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->