Nemo Nessuno escluso, ultima puntata: il servizio sui lavoratori filippini

Non poteva che concludersi in grande stile la seconda stagione di Nemo nessuno escluso, il talk show di Rai 2, condotto Enrico Lucci e Valentina Petrini.

L’ultima puntata, andata in onda ieri e impreziosita dalla presenza in studio di volti noti del mondo della cultura e dello spettacolo come la scrittrice Barbara Alberti e il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che non fanno mancare i loro interventi sui vari argomenti di discussione, è stata caratterizzata da interessanti reportage, vere e proprie pillole d’attualità che fornito ai telespettatori nuovi chiavi di lettura su differenti tematiche sociali, dalla crisi, sempre più palpabile, dell’ascensore sociale ed economico, all’affresco di Daniele Piervicenzi dei detenuti ergastolani del carcere milanese di massima sicurezza di Opera (seguito da un’inedita testimonianza della figlia di una vittima della mafia, uccisa proprio da un condannato di quell’istituzione carceraria), fino ad arrivare alle condizioni di vita delle badanti, colf e dei lavoratori filippini, tornati, dopo anni di lavoro in Italia, nella loro terra natia.

Ed è proprio con quest’ultimo servizio, curato dagli inviati Ane Irazabal e Cosimo Caridi, che emergono le difficoltà di una delle popolazioni più integrate nella società italiana (“Le rimesse degli stranieri che lavorano nel nostro Paese verso i loro paesi d’origini sono stati, in dieci anni, tra il 2005 e il 2015, circa 64 milioni e mezzo di euro. Ogni anno versano, nelle casse dell’Inps, otto miliardi, un fiume di soldi” ha sottolineato, nella sua introduzione al  reportage, la Petrini), divisi tra il desiderio di una vita migliore nella loro città e l’esigenza d’ impiegare i loro risparmi in favore del sostentamento delle loro famiglie, spesso separate e residenti nel Bel Paese (diversi intervistati hanno rivelano che i loro genitori, figli o nipoti vivono e lavorano in Italia).

A tirare le fila di questo racconto televisivo di Nemo nessuno ecluso, un emozionante virgolettato “Ancora sogno di tornare a casa” e l’esilarante e irriverente sketch di Paola Minaccioni.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @VerBisconti

 

Nemo nessuno escluso: come vivono i filippini, dopo aver lavorato in Italia?

Vuoi commentare l'articolo?

Veronica Bisconti

Nata Roma nel 1987, è da sempre residente nella Capitale. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali, è attratta da quadri e sculture come una mosca dal miele. Solare, sognatrice e perfezionista, è una grande appassionata di serie televisive italiane e americane. Ama il teatro, la moda e i viaggi.