Lutto nel mondo del cinema: morto il regista Bernardo Bertolucci

Morto il regista Bernardo Bertolucci.

Oggi il cinema ha perso una delle sue perle più preziose: si è spento nella sua casa di Roma dopo una lunga malattia il grandissimo regista Bernardo Bertolucci, 77 anni. Tra i suoi capolavori, molti dei quali entrati nella storia del cinemac’è anche quell’Ultimo Tango a Parigi che nel 1972 suscitò molte polemiche per la violenza delle sue scene di sesso, un’opera “scandalosa” che ha di fatto segnato un’epoca. Vincitore di due premi Oscar nel 1988 per L’ultimo imperatore, nel 2007 aveva ricevuto anche il Leone d’oro alla Mostra internazionale del cinema di Venezia e nel 2011 la Palma d’Oro onoraria al Festival di Cannes. Bertolucci era anche Grand’Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e Medaglia d’oro per i benemeriti della cultura e dell’arte.

Primogenito del poeta Attilio Bertolucci e fratello del regista Giuseppe scomparso nel 2012, Bernardo Bertolucci si è affacciato sul mondo del cinema lavorando come assistente di Pier Paolo Pasolini, suo vicino di casa. Per la settima arte fu un colpo di fulmine e dopo aver lavorato sul set del film Accattone – dove conobbe l’attrice Adriana Asti, sua compagna di vita per molti anni – cominciò a realizzare i primi cortometraggi. La sua idea di cinema presupponeva grandi individualità alle prese con i cambiamenti sociali e del mondo circostante. Tra i suoi capolavori anche anche Il ConformistaIo ballo da solaNovecento, Il té nel deserto, Piccolo Buddha, The Dreamers, Io e te. Nonostante fosse costretto da anni su una sedie a rotelle, Bertolucci non si fermava mai: dopo aver sostenuto anche i ragazzi del Cinema America, la sua ultima apparizione pubblica risale all’aprile scorso, al BiFest di Bari, dov’era stata presentata la versione restaurata di “Ultimo Tango a Parigi” il capolavoro che quando uscì venne mandato al rogo per oscenità e costò una condanna a due mesi per il regista. “Oggi, per fortuna, l’Italia è molto diversa da quella di quarant’anni fa”, aveva commentato Bertolucci. Una grande perdita umana oltre che artistica, mancherà a tutti, non solo al mondo del cinema.

Torna alla HomaPage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.