Morta la 15enne ferita al volto dall’ex compagno della madre

MORTA LA 15ENNE COLPITA AL VOLTO DALL’EX PATRIGNO – La tragedia è completa. E’ morta la 15enne colpita ieri al volto da un colpo di pistola dall’ex compagno della madre. L’uomo, Antonio Di Paola, 37 anni, dopo una breve fuga nelle campagne seguita all’orribile gesto, si era ucciso con la stessa arma usata per colpire la ragazzina. Nicolina Pacini, questo il nome della ragazza, stava andando a scuola quando sarebbe stata fermata dall’uomo, ex compagno della madre, Antonella Rago, anche lei di 37 anni, chiedendole informazioni sulla stessa. Al rifiuto opposto dalla quindicenne l’uomo le ha sparato in pieno volto, causandole da subito lesioni gravissime. La ragazza era stata portata in ospedale in condizioni già gravissime. Li era stata raggiunta dalla madre, che da qualche tempo si era trasferita in Toscana per rifarsi una vita e fuggire dall’uomo. La madre ha scritto, sul proprio profilo Facebook le seguenti frasi: “Spero che ti ammazzi bastardo lurido. Te la prendi con una ragazza di soli 15 anni, sei un rifiuto umano”.

MORTA LA 15ENNE A ISCHITELLA, LE DENUNCE MAI ASCOLTATE – La ragazzina e il fratello, a causa della condizioni di disagio familiari, erano state affidate dai servizi sociali ai nonni materni. Come riportato da Rainews, sempre su Facebook la donna avrebbe scritto: “I miei figli erano in affidamento ai miei genitori ed io avevo avvertito che sarebbe successo qualcosa, nessuno mi ha dato retta. Io non c’ero, ma i miei che li avevano in affido dov’erano? Non doveva prendere il pullman visto che c’erano delle denunce in corso, ma dovevano accompagnarla loro a scuola”. Effettivamente la donna aveva di recente presentato ben due denunce contro l’ex compagno, a causa delle continue ricevute minacce dello stesso. Ancora su Facebook la donna scriveva: “E’ gia’ passato un mese che ho trovato il coraggio, la forza di uscire da una prigione”, ma la paura era ancora tanta, al punto da chiedere agli assistenti sociali di portare i figli in un altro posto. Richiesta che non è stata presa in considerazione e che ha portato a questa terribile tragedia.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.