Missili Corea pronti ad abbattere bombardieri Usa

MISSILI COREA – La Corea del Nord ha la possibilità di abbattere bombardieri strategici Usa e il ministro degli Esteri nordcoreano Ri Yong-ho annuncia che sono pronti a farlo. Secondo un’analisi del Wall Street Journal la minaccia non sarebbe infondata, perché dal 2010 i coreani hanno a disposizione batterie di missili anti-aerei KN-06 in grado di abbattere qualsiasi jet fino a una distanza di 150 km, quindi molto oltre i 22 km dello spazio aereo della Corea del Nord.

I PRECEDENTI – Già in passato Pyongyang ha tentato – e in almeno due casi è riuscita – ad abbattere velivoli Usa. Il caso meno grave è del 1994, quando è stato abbattuto un elicottero che aveva sconfinato, mentre l’episodio più pesante risale al 1969, quando un Mig 21 nordcoreano, ma di fabbricazione russa, distrusse un aereo spia Usa, Lockheed EC-121M Warning Star, nello spazio aereo internazionale sul Mar del Giappone. La cosa curiosa è che all’epoca il governatore a Pyongyang era Kim Il-Sung, fondatore della dinastia Kim. L’aereo Usa precipitò a 167 km dalla costa nordcoreana e tutti i 31 militari Usa a bordo morirono.

USA PRONTI A DIFENDERSI – Gli Stati Uniti hanno risposto per voce del loro presidente: “Gli Usa sono totalmente preparati per la seconda opzione, quella militare, che non è la preferita perché sarebbe devastante per la Corea del Nord”. Nel frattempo è partita la missione del segretario di Stato americano per la Cina. Rex Tillerson sarà dalla giornata di giovedì in visita in Cina per una missione diplomatica durante la quale verranno discussi due temi importanti: da una parte la crisi della Corea del Nord, che gli Stati Uniti vorrebbero continuare a risolvere con la diplomazia nonostante le minacce di Kim, dall’altra la spinosa questione delle tariffe commerciali.

Vai alla home page di LineaDiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

@maurizio_gaddi

Vuoi commentare l'articolo?

maurizio Gaddi