Mertens come Maradona, ecco il gol capolavoro all’Olimpico [Video]

MERTENS, RACCONTO DI UN GOL ALLA MARADONA – Minuto 14 della ripresa di un Lazio-Napoli infrasettimanale. Il Napoli, che pure era andato sotto di un gol all’Olimpico grazie alla rete di De Vrij nel primo tempo, grazie a Koulibaly prima e Callejon poi, nell’arco di appena cinque minuti, era riuscito a portarsi in vantaggio. Ma quello che sta per succedere nessuno lo può immaginare. Lancio lungo per Mertens che scatta verso l’area di rigore, il portiere della Lazio Strakosha esce bene e riesce a toccare il pallone che si allontana dall’area di rigore. L’azione sembra finita, o quanto meno rallentata, ma l’attaccante del Napoli non demorde, con una sterzata di pura agilità si fionda sulla palla che sta rotolando verso la linea laterale e con un movimento ad uncino, quasi spalle alla porta, disegna uno splendido pallonetto di interno destro che attraversa tutta l’area della Lazio andando a concludere la sua poetica parabola in fondo al sacco. La cosa pazzesca e che si vede chiaramente dalle immagini è come il tiro sia assolutamente voluto e cercato, una giocata pensata e realizzata e non frutto di una casualità. Tre a uno e partita finita. Ma più del risultato conta un gesto tecnico di una bellezza davvero inarrivabile. Un tiro quasi impossibile per coefficiente di difficoltà, posizione del corpo rivolta spalle alla porta, zona del campo in cui era la palla. Un tiro che nessun difensore ha contrastato perchè nessun difensore poteva immaginare che Mertens lo avrebbe tentato.

COME DIEGO – E la memoria torna subito al 24 febbraio 1985. In campo ci sono, quasi per uno scherzo del destino, sempre Lazio e Napoli. Maradona, al minuto 84, approfitta di un rinvio maldestro dell’ultimo difensore biancoceleste e dopo aver visto che Orsi, portiere della Lazio, aveva fatto qualche passo in avanti per aiutare il compagno di reparto, lo scavalca con un pallonetto di rara bellezza. Un gol simile a quello di Mertens, anche se da posizione meno defilata. Il Napoli con questa vittoria si gode la vetta della classifica di Serie A, a pari merito con la Juventus, e si coccola il suo gioiellino belga, sperando davvero che il folletto di Loviano possa trasformarsi nel nuovo Diego.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.