Meningite a Roma, muore maestra elementare

Lo spettro della meningite aleggia sulla capitale: una maestra della scuola elementare “Cesare Battisti” alla Garbatella è deceduta per meningite meningococcica. La Asl RmC ne ha dato notizia ai genitori degli alunni della scuola mediante una mail. La donna era stata regolarmente in aula fino allo scorso giovedì, ultimo giorno di lezione prima delle vacanze natalizie, ed era stata ricoverata il giorno di Natale all’ospedale San Giovanni per poi essere trasferita al Policlinico Gemelli, dove è morta il giorno seguente. La maestra, che aveva 52 anni e insegnava matematica da circa 30, era molto conosciuta nel quartiere, e la sua scomparsa ha creato molto sgomento tra alunni ed insegnanti. Inoltre, la paura per un possibile contagio ha scatenato il panico: decine gli alunni si stanno sottoponendo a profilassi antibiotica.

La Asl, infatti, come già accennato, avrebbe inviato, tramite la scuola, una mail ai genitori degli alunni dell’insegnante deceduta invitandoli a consultare il medico curante o il pediatra così da poter assumere uno specifico antibiotico e scongiurare un ipotetico contagio. Nella suddetta mail, firmata dal funzionario della Asl, Paolo Grillo, si legge quanto segue: “Il nostro servizio in data 27-12-16 alle ore 15,15 è venuto a conoscenza di un caso di Meningite Batterica di n.d.d. relativo alla docente della Scuola Primaria Cesare Battisti di Roma ricoverata il 25-12-16 all’Osp. S. Giovanni di Roma e trasferita il 25-12-16 al Policlinico Gemelli di Roma, dove è deceduta il 26- 12-16. Presi contatti telefonici con i rispettivi Laboratori di Microbiologia dei suddetti ospedali, è stata consigliata la profilassi antibiotica indicata per la Meningite Meningococcica, già praticata dal personale sanitario e dai familiari della paziente. Si raccomanda, perciò, previo consulto con il medico curante o pediatra, l’assunzione per gli adulti, che abbiano avuto contatti stretti in un luogo chiuso per più ore al giorno con la professoressa, di una cpr di Ciprofloxacina 500 mg. e l’assunzione di Rifampicina 600 mg. 1 cpr due volte al dì per due giorni per gli alunni della classe, ove insegnava la suddetta docente”.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.