Mafia Capitale su Ostia

Nuova udienza del maxiprocesso di Mafia Capitale su Ostia, X Municipalità di Roma, sciolta e commissariata per mafia. Anche qui l’ombra della regia del duo criminale Buzzi-Carminati, accusati di aver inquinato sia l’operato dell’amministrazione Alemanno che in parte di quella Marino.

L’ultimo episodio riguardante l’azione poco trasparente del Pd romano fa riferimento al caso di Daniele Ozzimo, sostituto di Rita Cutini alle politiche sociali  del comune di Roma, imposto dai vertici del Pd secondo quanto raccontato dall’ex sindaco Marino; Ozzimo era stato poi condannato dal gup Alessandra Boffi a due anni e due mesi nell’ambito del processo di Mafia Capitale."mafia capitale su ostia" “Ostia è nostra”, questo emergerebbe dalle intercettazioni a carico di Buzzi e Carminati, in merito alla gara delle spiagge della stagione balneare 2014 e la manutenzione del verde sullo stesso litorale. In un’ambientale del 16 Maggio 2014 infatti, il ras delle cooperative Salvatore Buzzi, si lascia scappare la frase secondo la quale gli sarebbero stati assicurati 400 mila euro per la manutenzione del verde; le intercettazioni si concludono con un incisivo :Tassone è nostro, non c’è maggioranza e opposizione, è mio”, riferito all’ex presidente del X Municipio di Roma(Ostia), finito agli arresti su ordinanza del gip Flavia Costantini nell’ambito dell’inchiesta Mafia Capitale su Ostia. Il sistema marcio e criminale prevedeva l’erogazione di somme di denaro da parte delle Regioni che poi lo smistavano al Comune e in parte ai Municipi. Si legge infatti, nell’ordinanza, che il primo di tali fatti riguarda l’erogazione di somme di denaro verso Tassone, per remunerare assegnazioni di lavori per la potatura delle piante e per la pulizia delle spiagge di Ostia. Questo giro di finanziamenti serviva ad incentivare un flusso di denaro in entrata ed uscita, un Do ut des che trova credito nella celebre metafora di Buzzi che risuona nelle carceri di Rebibbia: “Se la mucca non mangia non può essere munta”.

 

leggi altri articoli dello stesso autore

Vai alla home page di Lineadiretta24

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Raffaele Patti