Blind Audition: i coach di The Voice of Italy non convincono

The Voice of Italy, è partita ieri sera la quarta edizione del talent musicale, al via le tanto attese blind audition, con un notevole cambio della guardia per tutti i team. Fuori Pelù, JAX, Noemi e i Facchinetti, ritorna sulla poltrona rossa la frangia bionda più longeva di Italia, poi tre new entry: il giovane rapper Emis Killa, la cantautrice salentina Dolcenera, e l’ex 883 odierno solista Max Pezzali.

Dai social emerge un generale malcontento con una nota malinconica per i protagonisti della precedente edizione. Passi il ritorno della Raffa, quasi dovuto per essere stata una tra le icone della Tv italiana; si accetti ben volentieri il coach di Pavia che ha fatto da colonna sonora a migliaia di ex adolescenti, concediamo il beneficio del dubbio al fanciullino tatuato, ma le critiche per la cantante leccese sono davvero prepotenti e all’unisono.

Dolcenera dalla personalità piuttosto colorata, non ne fa passare una senza metterci qualcosa di suo, dal riso invadente ad un timbro importante che qui non usa certo per cantare, passando per gli interventi dalla struttura ricercata ma prolissi, fino ai commenti anche un po’ ammiccanti. Non riesce a stare ferma, si alza e si rialza dalla sua seduta, va sul palco, bisbiglia nelle orecchie dei concorrenti, raggiunge le postazioni degli altri coach, usa in abbondanza la mimica facciale durante tutte le esibizioni, insomma è una “presenza davvero presente”. Ma in questa parata dolceneriana, con gli altri coach più riservati e composti, i concorrenti che fine hanno fatto? Nella prima serata di The Voice of Italy, c’è molto spazio nelle blind audition per i giovanissimi, tanti ancora minorenni, come la diciasettenne Annamaria Castaldi che per prima ha incantato tutti con voce e chitarra, o come il torinese Kevin Pappano già ribattezzato il Justin Bieber nostrano, primo seguace del team Pezzali.

A tarda ora, quando il taccuino della Raffa è ancora illibato, arriva la bomba calorica musicale della puntata, il trio delle sorelle Baccaglini, di vistosa presenza scenica che con la loro bella versione di Hit The Road Jack conquistano finalmente un posto nella compagine Carrà. E se per un attimo l’esuberanza di Dolcenera passa in secondo piano per la gogna mediatica, è solo perché l’attenzione si è spostata sul caro Gigi D’Alessio, che ha eseguito al pianoforte in piena blind audition la sua “Non dirgli mai”, a girarsi però sono solo la Raffa e Pezzali, gli altri giustificano la staticità della poltrona con il timore di accaparrarsi uno sterile imitatore. Ritroviamo nello staff Federico Russo, solita compagnia e sfogo per amici e famiglia dei concorrenti, invece sorpresa di questa edizione è Angelina, ex Pechino Express, che ci regala qualche sorriso con le sue domande irriverenti.

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".