Lavoro e infedeltà: ecco la classifica dei traditori di professione

Il tradimento sarebbe una questione strettamente legata alla professione. È questo ciò che emerge da una ricerca condotta dal sito inglese per appuntamenti, Victoria Milan, il quale ha stilato un’implacabile classifica sui traditori seriali radunandoli per professione. La ricerca è stata condotta su circa 42mila individui adulti, sia uomini che donne, in diversi paesi. Dal sondaggio, inoltre, sarebbe emerso che quando ci si avvicina ad un nuovo decennio della propria età si è maggiormente inclini alla scappatella.

Al primo posto troviamo broker, analisti finanziari e investitori. Il mondo della finanza ed i soldi sarebbero, dunque, legati strettamente ai tradimenti, per questo tutti coloro che possiedono ruoli di responsabilità nelle banche, e chi lavora a stretto contatto con i soldi, sarebbero dei potenziali traditori.

Al secondo posto abbiamo i piloti e gli assistenti di volo. La colpa della loro infedeltà è attribuita all’alta quota, all’adrenalina, e ai lunghi viaggi che li porterebbero spesso e volentieri lontano da casa, creando l’habitat ideale per l’eventuale avventura extraconiugale.

Il terzo posto spetta a medici ed infermieri. In questo caso la fa da padrona la specifica tipologia di lavoro che vede chi lo svolge sempre in prima linea, oberato dalla pressione psicologica e costretto a molti turni di notte che portano a creare un legame particolarmente stretto con colleghi e collaboratori, legame che potrebbe rivelarsi più di un semplice rapporto di lavoro.

Il quarto posto è occupato dal più classico dei clichè: il capo e la segretaria. Sarà anche un luogo comune, ma è noto che tra manager, amministratori delegati, segretarie e assistenti nascono spesso relazioni extraconiugali.

Al quinto posto si piazzano atleti e sportivi vari. Come da copione, è arcinoto che il mondo dello sport con gli allenamenti, le gare, e le performance prettamente di forza fisica, attirano l’ammirazione di potenziali ammiratori, ai quali lo sportivo di turno non riesce proprio a restare indifferente.

Al sesto posto ci sarebbero attori, fotografi e modelli/e. Neanche a dirlo, il mondo dello spettacolo, irradiato dalle mille luci di scena, è pieno di tentazioni alle quali nessuno riesce a resistere.

Il settimo posto è dei camerieri, Dj e ballerini. Strano ma vero, anche i camerieri rientrerebbero in quella categoria di coloro che lavorano durante la notte e, sempre stando alla ricerca britannica, ma anche alla comune esperienza, avrebbero più tentazioni a disposizione di chi svolge il proprio lavoro nelle ore diurne.

In ottava posizione ci sono giornalisti, addetti alle pubbliche relazioni, addetti stampa e comunicatori vari. Lavorare con la parola, e quindi riuscire a comunicare con gli altri in maniera più brillante di altre categorie, risulterebbe dare una marcia in materia di tradimento a chi appartiene a queste specifiche categorie.

Al nono posto, il fanalino di coda, troviamo avvocati, giudici e magistrati. Anche loro, da bravi professionisti della parlantina, riuscirebbero ad accalappiare le loro “vittime” facilmente.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.