Italbasket: qualificazione thriller, ora ci aspetta la Finlandia

ITALBASKET, QUALIFICAZIONE CON IL BATTICUORE – Serviva una vittoria contro la Georgia all’Italbasket impegnata negli Europei di basket 2017 e vittoria è stata, anche se con un finale davvero al cardiopalma. Grazie alla vittoria contro Israele ieri nel supplementare proprio dei georgiani, gli Azzurri di coach Messina erano già sicuri di accedere alla prossima fase del torneo continentale, ma un conto sarà affrontare la Finlandia, squadra da rispettare ma non insormontabile come la Slovenia, avversario che ci sarebbe toccato se Datome non avesse deciso di cancellare con una perentoria stoppata il tiro di Shermadini all’ultimo secondo. Pronti via, l’Italbasket sembra subito voler cancellare la brutta figura rimediata ieri contro la Germania (meno di 60 punti segnati e un solo giocatore, per giunta argentino, in grado di segnare dal campo nell’ultimo quarto per gli azzurri). La partenza è sprint, con 22-5 propiziato dai canestri di Belinelli, Datome e del solito, strepitoso Filloy (l’argentino naturalizzato ndr), mentre la Georgia, evidentemente provata per la partita della sera prima, chiude con un misero 1/12 dal campo. Sembra tutto già scritto, invece gli azzurri riescono a complicarsi maledettamente la vita. La Georgia infatti inizia ad aumentare la pressione difensiva, mostrando ancora una volta i palesi limiti caratteriali dell’Italbasket che riesce nell’impresa di subire un incredibile controparziale di 20-3 in grado di riaprire la contesa.

UN SECONDO TEMPO DA FILM – La ripresa si gioca ancora una volta sul filo dei nervi. L’Italbasket riesce ad allungare ancora sul +12, ma ogni tentativo di chiudere il match viene rispedito al mittente dai coriacei avversari che, incredibilmente si trovano sopra di 1 con 59” da giocare nell’ultimo quarto. Qui gli azzurri sono bravi a non capitolare, trovando nuovamente il vantaggio e portano il match all’azione decisiva. Tiro libero sbagliato appositamente dai georgiani con due punti da recuperare e tre secondi da giocare, Zaza Pachulia, lungo campione NBA in carica con i Golden State Warriors prende il rimbalzo e la passa al compagno Shermadini che però trova davanti a se la stoppata del capitano azzurro Datome. Over-time scongiurato e Italia che si qualifica come terza del proprio girone. Considerando come si erano messe le cose per gli azzurri dopo il forfait dell’ala NBA Gallinari (frattura di un dito della mano in seguito ad un pugno dato per reazione durante un’amichevole di preparazione) nessuno si aspettava che l’Italia potesse disputare un girone cosi positivo. Le sconfitte contro Germania e Lituania non minano i valori di un gruppo che sta letteralmente gettando il cuore oltre l’ostacolo, dando tutto nella metà campo difensiva, a scapito, a volte, della precisione offensiva. Ora ci aspetta la Finlandia, nazionale con molto talento, guidata dal prossimo NBA Markkanen, in grado di mettere quasi 23 punti a partita con più di 7 rimbalzi. Una sfida impegnativa ma che lascia qualche speranza in più di una sicura debacle contro la corazzata slovena.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.