Internet day: scontri tra manifestanti e polizia

Internet day. Sono già passati 30 anni dalla prima connessione internet: era infatti il 30 aprile 1986 quando l’Italia inviò un “ping” agli Stati Uniti, che risposero con un “ok” e fu subito connessione. In occasione quindi del trentesimo anniversario è stata organizzata proprio ieri una cerimonia presso il Cnr di Pisa, che ha preso il nome di Internet day e durante cui si sono verificati una serie di scontri tra alcuni manifestanti e la polizia.

In mattinata il corteo, cui avevano aderito sindacati di base, centri sociali, collettivi universitari e l’associazione vittime del salva banche, era partito dal centro di Pisa e si era diretto verso il Cnr, dove si stava svolgendo la cerimonia alla presenza del ministro Stefania Giannini e con il presidente del Consiglio Matteo Renzi in videoconferenza. Dunque una volta raggiunta la sede del Cnr, alcuni manifestanti si sono scagliati contro il cordone di agenti schierati a protezione, che hanno allontanato poi i giovani con delle cariche di alleggerimento. Al che i dimostranti hanno reagito lanciando oggetti ed ortaggi. Si è poi tornati alla normalità.
Nei tafferugli dell’Internet day ci sono stati quattro contusi, tra cui due manifestanti, un agente che ha riportato ferite ad una gamba e il video maker di Repubblica.it, Andrea Lattanzi, che è stato colpito al volto nel tentativo di riprendere gli scontri, “forse con un manganello”, come lui stesso ha affermato. Vicinanza e solidarietà espressa per il collega dall’Associazione Stampa Toscana e dal Gruppo Cronisti.
Sull’ episodio si è così espresso il premier Matteo RenziMi spiace per gli scontri registrati questa mattina, sono abbastanza incomprensibili “ Ha poi proseguito “stiamo discutendo di come Internet possa aiutare il Paese a creare democrazia, partecipazione, posti di lavoro. E’ una di quelle cose su cui non ha senso litigare, anzi”.

 

Vai alla home page di Linea Diretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore

 

Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta