Presentata la prima internet car

Presentata la prima “internet car, la prima vettura che dovrebbe essere connessa a internet: a farla è stata la Alibaba Group, azienda cinese leader nel settore dell’e-commerce.

Il progetto vede la Alibaba, che fa delle nuove tecnologie e del loro sviluppo un credo religioso, in partnership con Saic Motor Corp, azienda del settore automotive. Quest’ultima farebbe le automobili mentre la Alibaba si occuperebbe dei sistemi di navigazione connessi a internet.

La OS’Car RX5, così si chiama, avrà installato a bordo lo YunOs, un sistema cloud-based che senza GPS consentirebbe una localizzazione precisa e immediata del veicolo e così un rapido adeguamento delle dimensioni della mappa in base alla velocità. Insomma un’evoluzione dei servizi offerti da un navigatore satellitare. Il principale sistema di controllo del veicolo è quello vocale tramite il controllo smart voice con cui impartire ordini al veicolo, tipo apertura tettuccio, controllo della radio ecc. A fianco di queste più o meno utili novità, la vettura ha in dotazione ben quattro telecamere con cui riprendere il viaggio e fare foto e, grazie alla connessione ovviamente, sarebbe possibile per il conducente, condividere “l’avventura” sui social. Oltre alle telecamere sono presenti nella dotazione della internet car anche tre schermi integrati, un ampio touch screen, una dashboard a LED e uno specchietto retrovisore intelligente (che non si capisce bene cosa significhi). Il prezzo di acquisto del veicolo balla tra i 13.400 ed i 24.000 euro.

Il presidente della Alibaba Group, sulla cui creazione automobilistica si è concentrata l’attenzione mediatica, è tal Jack Ma cioè il miliardario cinese che sta trattando l’acquisto del Milan da Berlusconi. Chissà se tutta questa attenzione sulla macchinina con le telecamere non sia un segno di avvicinamento dell’imprenditore cinese in Italia …

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado