Ines Rau, la prima coniglietta transgender di Playboy

Ines Rau, chi era costei? Una modella, una modella che apparirà sulla prossima copertina di Playboy. Fin qui nulla di strano. Se non fosse che la modella in questione fino a qualche anno fa era un uomo. Quindi Ines Rau sarà la prima transgender ad apparire sulla copertina della nota rivista patinata il cui fondatore, Hugh Hefner, è deceduto da poche settimane. E sarà proprio in un servizio natalizio dedicato allo scomparso fondatore che apparirà la modella. In realtà la francese Ines Rau aveva già posato per Playboy nel 2014 in un servizio intitolato “A-Z” che era, per l’appunto, dedicato a sensibilizzare il pubblico verso una maggiore accettazione verso i trans.
Ines Rau per lungo tempo ha nascosto il suo passato da uomo del quale nessuno si era mai accorto. “Ho vissuto per molto tempo senza rivelare di essere una trans. Ho nascosto così a lungo il mio segreto da essermene quasi dimenticata. Ero spaventata all’idea di non riuscire a trovare un fidanzato e di sentirmi strana. Poi mi sono detta “Devi essere solamente te stessa”. È una vera liberazione essere sinceri con sé stessi, indipendentemente dal tuo genere e dalle tue preferenze sessuali. Le persone che ti rifiutano non ti meritano. Il punto non è essere amati e apprezzati dagli altri; è piuttosto volersi bene ed essere in pace con sé stessi”.

ines rau

Ines Rau con le orecchie da coniglietta

Per Ines Rau è questo un momento d’oro e la copertina di Playboy coincide con un periodo nel quale su di lei verrà girato anche un film-documentario ed è prevista anche l’uscita di un libro sulla sua storia. La copertina è vista da molti come un segnale di apertura della rivista che un tempo veniva definita “per soli uomini”, verso la comunità LGBT della quale Hugh Hefner era un accanito sostenitore. “Essere donna è solo essere donna”, questo lo slogan coniato dalla rivista per presentare l’inusuale coniglietta del mese. Il ruolo di coniglietta sembra poi inorgoglire e quasi commuovere Ines Rau “Non posso fare a meno di chiedermi: “Davvero sto posando come coniglietta?” E’ il più bel complimento che io abbia mai ricevuto”.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@MassimoSilla_

Vuoi commentare l'articolo?

Massimo Silla

Appassionato di lettura, scrittura, pittura, insomma di qualunque cosa non richieda uno sforzo fisico. Nostalgico e cialtrone ha intrapreso innumerevoli carriere,tra le quali il Babbo Natale, senza mai eccellere in nessuna