Il maltempo divide l’Italia: piogge al Centro-Nord e caldo al Sud

Dopo il voto del 4 marzo l’Italia si vede nuovamente spaccata in due. Questa volta a dividerla è il meteo che dopo Burian, si appresta a far affrontare al paese una nuova allerta maltempo. Nella giornata di ieri rovesci e temporali hanno caratterizzato la domenica nel centro-Nord Italia, con accumuli di pioggia intorno ai 50-100 litri al metro quadrato, mentre invece la colonnina di mercurio ha raggiunto fino ai 25 gradi in Sicilia facendo letteralmente esplodere la primavera, con spiagge già piene di turisti e locali in costume. Un assaggio di estate che non ha fatto i conti con la rinomata “pazzia” e volubilità del mese di marzo: dopo forti piogge al centro-Nord e caldo primaverile al Sud, già a partire da questa mattina è prevista una nuova allerta meteo nel settentrione e un abbassamento delle temperature nel meridione, con l’arrivo di probabili piogge e freddo. Per chi stava pensando già di fare il cambio dell’armadio in vista dell’imminente arrivo del 21 marzo, dovrà cambiare programma e tirare di nuovo fuori stufe e maglioni.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, con allerta arancione su Emilia Romagna, le zone nord occidentali della Toscana e alcuni bacini della Liguria, una delle regioni italiane a maggior rischio idrogeologico. Allerta gialla, invece, su parte della Lombardia, sul resto della Toscana, sull’Umbria, sulle zone interne delle Marche e dell’Abruzzo. Stesso avviso anche su tutto il territorio del Lazio, su alcuni bacini del Molise e della Basilicata, su gran parte della Campania e sul versante tirrenico centro-settentrionale della Calabria, anche se il livello dei fiumi sembra ancora  rientrare nella norma e gli argini sembrano tenere.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.