Il figlio di ‘Age’ morto per un rogo in casa

Il figlio di ‘Age’ morto per un rogo in casa. Adriano Incrocci, questo il nome della vittima, è stato trovato senza vita nella sua casa di Pescasseroli nel Parco Nazionale d’Abruzzo in provincia dell’Aquila. Originario di Roma, si era trasferito da anni nella casa abruzzese, in cui viveva solo. Un incendio è divampato nella camera da letto dell’uomo che aveva solamente 67 anni. Il triste accaduto è avvenuto intorno alle 11 del mattino di ieri. A dare l’allarme è stato un passante che ha notato del fumo fuoriuscire dalle finestre della casa di Adriano Incrocci che si trova nella zona centrale del paese. Alcuni testimoni raccontano che dall’abitazione si sarebbe udito un  botto e successivamente le fiamme avrebbero invaso la stanza fino a che il fumo è cominciato ad uscire facendo scattare l’allarme.

Questa è stata la prima ricostruzione della dinamica dei fatti offerta dai Vigili del fuoco di Avezzano che nella stanza hanno rinvenuto anche una stufa catalitica. Oltre alle Forze dell’Ordine, sul posto sono intervenuti prontamente anche gli operatori del 118. Tuttavia le indagini da parte dei carabinieri della locale stazione di Pescasseroli proseguono per accertare se il figlio di ‘Age’  morto per un rogo in casa incidentale o provocato volontariamente.

Il padre, Agenere Incrocci, è venuto a mancare nel 2005. ‘Age’, così chiamato da tutti, è stato un celeberrimo sceneggiatore italiano che ha dato vita, insieme a Furio Scarpelli (morto nel 2010), al memorabile duo di autori della ‘commedia all’italiana’ Age&Scarpelli. Dal filone comico del primo dopoguerra, il duo si trovò poi a collaborare con Monicelli (I soliti ignoti, 1958; La grande guerra, 1959L’armata Brancaleone, 1966) a Germi (Sedotta e abbandonata, 1964; Signore & signori, 1966), da Dino Risi (I mostri, 1963), a Comencini (Tutti a casa, 1960) e Scola (C’eravamo tanto amati, 1974). Lavorando separati, Age ha collaborato con Risi (Dagobert, 1984), Scola (Maccheroni, 1985; La famiglia, 1987) e Carlo Lizzani.

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

twitter: @letiziadelpizzo

Vuoi commentare l'articolo?

Letizia Del Pizzo

Mi chiamo Letizia Del Pizzo, sono nata a Roma nel 1991 e presto prenderò la laurea magistrale in Lettere moderne. Nel mio pantheon ci sono personalità provenienti dagli ambiti più diversi. Ho visitato numerosi luoghi, ma il mio sogno è contemplare il paesaggio silenzioso intorno alle rovine di Machu Picchu. Trascorro il mio tempo libero dedicandomi al cinema, passeggiando con i miei amici per la città e leggendo. Mi piacerebbe diventare una giornalista, una scrittrice o una critica cinematografica, perché le passioni acquistano valore quando vengono trasmesse.